La “Notte dei Mestieri”

Terza edizione de <La notte dei mestieri> al Cfp braidese. Tanti formatori ma soprattutto tantissimi allievi, che hanno generosamente accolto l’invito a venire ad animare i lavoratori e ad accogliere le famiglie ancora in cerca di un percorso per il post- terza media. C’erano i panettieri/pasticceri/pizzaioli che producevano dolci, pizze e focacce, le acconciatrici che si esercitavano con le pieghe a phon, i meccanici auto, industriali e i termo-idraulici che operavano nei loro settori di riferimento. Le famiglie che ci hanno visitato hanno potuto vedere quali possono essere i frutti dell’intelligenza nelle mani, tipica dei nostri allievi. Come sempre un bel momento di condivisione, in quello spirito di famiglia che caratterizza il nostro ambiente formativo.

Preparazione del «concorso nazionale di meccanica industriale»

BRA Ermanno Duo, direttore di sede regionale e vice-direttore generale dell'associazione Cnos-Fap Regione Piemonte, venerdì 10 gennaio, è venuto a trovare il colleghi Dario Ruberi e Matteo Trunfio della meccanica industriale, per avviare con loro i lavori preparatori del «concorso nazionale di meccanica industriale» che il Cfp braidese si prepara ad ospitare per la seconda volta. La gara, che vedrà coinvolti allievi di tutti i Cfp d'Italia, che abbiamo il corso di operatore meccanico, sarà coordinato dal segretario nazionale Maurizio Todeschini e dai colleghi locali. In progettazione un complessivo articolato, dotato di pinza idraulica e di un motorino, per la movimentazione di un particolare. La ditta Om.ler 2000 dell'exallievo Fabrizio Lerda, si è detta disponibile a svolgere il ruolo di impresa madrina. Con Ermanno Duo e i colleghi locali, ci saranno altre riunioni per mettere a punto tutti i dettagli, compresi i momenti extra-concorsuali. La gara si svolgerà poi dal 4 all'8 maggio, nel nostro laboratorio di meccanica industriale. 

Il “buon giorno” dell’Ispettore alla festa di Natale

Eravamo in tanti, giovedì 19 dicembre, nella cappella dell'Istituto salesiano, Alle 7,45 - radunati per il tradizionale «buongiorno» c'erano tutti gli allievi dei vari corsi del Cfp e tantissimi formatori. Accompagnato dal direttore dell'opera don Alessandro Borsello, dal catechista don Kenneth e dal direttore del Cfp Valter Manzone, il signor Ispettore della Circoscrizione speciale Piemonte, Valle d'Aosta e Lituania, don Enrico Stasi - che è anche il presidente nazionale dell'associazione Cnos Fap - ha regalato il suo pensiero di buongiorno, novello don Bosco in visita ad una sua comunità. Grande l'attenzione dei giovani alle parole di speranza che don Stasi ha pronunciato; tutti hanno fatto proprio l'invito a lavorare per un futuro dignitoso e ricco di soddisfazioni. Poi, dopo la preghiera collettiva, tutti in aula o in laboratorio, per iniziare la giornata che si sarebbe poi conclusa con la festa di Natale.
Festa
Alle 20,30 di quella stessa giornata, la chiesa era di nuovo gremita, stavolta non solamente di giovani: accanto a loro, tanti genitori, fratelli e sorelle degli allievi e qualche nonno. Alla messa, molto partecipata - celebrata da don Stasi, don Borsello e don NNadi - è seguita la festa di Natale. Tutti in palestra, per il saluto di don Alessandro seguito da quello del direttore del Centro. Poi un video, magistralmente realizzato dal giovane formatore Valentin, ha raccontato il primo trimestre di intenso lavoro. Intanto sul palco è giunto Federico Vignola, vincitore della gara regionale World Skills (meccanica auto) per ricevere l'abbraccio degli allievi e dei formatori. Mentre la musica si diffondeva, ecco che il lungo tavolo centrale si riempiva di «ogni ben di Dio»: dolci, pizzette, focacce, panettoni, pandori, arachidi, patatine, mandaranci e bibite. Mentre le chiacchiere erano intense e diffuse, si sgranocchiava qualcosa. Un modo semplice, ma concreto, di augurarsi Buon Natale, che ha coinvolto i formatori con le loro famiglie, gli allievi e - come ogni anno - anche tantissimi exallievi.
Valter Manzone

Bra, il CFP in collegamento video con Israele

Venerdì 29 novembre le classi seconde del nostro istituto hanno avuto l’opportunità di conoscere il progetto Vis in Palestina. Claudia e Luca in diretta e Gigi via Skype da Betlemme me ci hanno raccontato i progetti in essere. Abbiamo anche ascoltato la storia del muro che divide Israele e Palestina. Sembra assurdo che, mentre si celebrano i 30 anni dalla caduta del muro di Berlino, ci siano ancora steccati che dividono le città e i Paesi. Abbiamo anche ricordato i 30 della dichiarazione universale dei diritti dei bambini e degli adolescenti che viene sistematicamente violata in quei luoghi. Conoscere per avere un punto di vista critico è il compito della scuola e ringraziamo il Vis per il loro intervento e per il loro lavoro.

Saldatori peer to peer

BRA  Da allievi a...docenti di saldatura! Nell’ambito di quella che potremmo definire <formazione peer to peer> (formazione tra pari) giovedì 28 novembre si è avviata una bella esperienza al Cfp braidese. Due allievi del terzo anno del corso per Operatore meccanico (Luca Giacosa e Luca Olivero) sono “saliti in cattedra” avviando un modulo di saldatura per i compagni del secondo anno dello stesso percorso. Coordinati dai formatori a Dario Ruberi e Mauro Giaccardi, i due giovani - molto bravi in materia e pieni di entusiasmo per questa opportunità, che non mancherà di procurare loro qualche creduto aggiuntivo per l’esame - hanno preso in consegna il gruppetto di compagni di seconda, guidandoli in laboratorio di saldatura. Dopo aver indossato i DPI del caso, hanno spiegato loro le macchine saldatrici, i loro componentine il senso del processo di saldatura. Poi, come succede sempre in tutti i nostri laboratori, sono passati alla parte pratica. A quel punto tutti gli allievi, in cabina, hanno iniziato a preparare i pezzi per avviare l’esercitazione. Il progetto, che prosegue fino al periodo di stage dei due “allievi-docenti” coinvolgerà, a turno, tutti i ragazzi della seconda annualità.
Valter Manzone
Direttore CFP Bra

I nostri panettieri all’Aghav di Bra

BRA Gli allievi e le allieve del terzo anno del corso <Panetteria, pasticceria e pizzeria>, accompagnati dal formatore Claudio Vaira e dal direttore del Cfp Valter Manzone, hanno visitato il centro diurno dell’Aghav (associazione genitori handicappati volontari), con il quale hanno avviato una collaborazione quindicinale, per animare con gli ospiti, un mini-laboratorio di pasticceria e pizzeria. Accolti dai 22 frequentatori e dal personale cela struttura,  gli allievi sono stati accompagnati dalla coordinatrice Sonia a visitare tutti gli ambienti della struttura di via Molineri (soggiorno, aula didattica, aula per motricità, palestra) prima dell’incontro con tutti i frequentatori del centro. Significativo lo scambio di informazioni e di saluti; intanto i 3 allievi che si trattenevano per il laboratorio e il docente, avevano indossato la divisa, pronti per preparare il tronchetto alla Nutella. Dopo la classica foto di gruppo, il saluto al resto della classe che tornava al Cfp e l’avvio dei lavori.
Valter Manzone Direttore CFP Bra