VISITA ISPETTORE

L’Ispettore salesiano della Circoscrizione speciale Piemonte don Leonardo Mancini, che riveste anche la carica di Presidente dell’associazione Cnos Fap Regione Piemonte, è stato in visita nell’istituto braidese da martedì 19 a giovedì 21 ottobre. Al suo arrivo ha subito incontrato per il «Buongiorno» le classi terze, alle quali ha augurato di finire al meglio il loro percorso, cercando ogni giorno di mettere un nuovo mattone per costruire il loro futuro. Poi una serie di incontri – oltre a quelli previsti con la comunità salesiana – anche con l’equipe pastorale del Cfp, con la staff allargato, con il direttore del centro e con il coordinatore, sempre per offrire un incoraggiamento a continuare nella mission del nostro fondatore per i tanti giovani che vivono questo Cfp. Anche il «Buongiorno» alle classi prime è stata occasione per spronarli, all’inizio del loro triennio, ad affrontare le giornate formative con entusiasmo e con grinta. Nella giornata di giovedì, dopo aver ancora incrociato qualche allievo e qualche formatore, il congedo.

Messe di inizio anno formativo

Il primo gruppo che ha partecipato alla messa di inizio anno formativo è stato quello degli allievi di terza, nella mattinata di martedì 5 ottobre. Preparata da don Kenneth e concelebrata con don Alessandro, la funzione è stata animata da Nanni che è riuscito a far provare un paio di canti prima di avviare la celebrazione. Molto seguite le parole di don Borsello che invitava tutti a «fidarsi» del bene che si può ricevere durante l'anno formativo, durante il quale ciascuno è tenuto a dare il proprio contributo per crescere non solo dal punto di vista professionale. Conclusa la messa, prima di avviare la mattinata di lavoro, ai giovani è stato offerto un trancio di focaccia preparato dai ragazzi del laboratorio di panetteria/pasticceria. Stesso format per le mattinate di mercoledì 6 con le classi seconde e venerdì 8 con i numerosi allievi delle classi prime. Un bel modo di affidare al Signore e a don Bosco le fatiche e certamente le gioie ch l'anno non mancherà di riservare a tutti gli allievi e ai formatori.

Valter Manzone

MATTINATA di ACCOGLIENZA a MADONNA FIORI

La giornata si è avviata regolarmente con il «buongiorno» in chiesa per tutte le cinque classi prime del Cfp. Ma appena don Kenneth ha iniziato a parlare si capiva subito che la mattinata sarebbe stata speciale. Oggi (lunedì 27 settembre) infatti era programmata l'accoglienza delle nuove allieve e dei nuovi allievi del Cfp.

Dopo alcune regole pratiche, condivise dal direttore Manzone, e la firma dei registri di presenza, ecco che si sono composte le bolle sociali in cortile. Subito dopo la partenza, alla volta dei campi sportivi comunali di Madonna Fiori, proprio a fianco del noto santuario mariano cittadino, messi a disposizione del Cfp dal gestore Pietro Sartori con molta disponibilità. Un tragitto lungo (non lunghissimo) percorso in allegria e rispettando le regole proprie di questo tempo ancora molto complicato. Giunti ai campi sportivi, che già ospitavano classi del Liceo e del Mucci, i nostri giovani - accompagnati dai loro tutor di corso (Mauro, Davide, Gianfranco, Sandra, Claudio, Anna e Fabrizio), dal tirocinante Matteo e dal Servizio civile Luca - hanno preso posto sulle tribune, depositato gli zaini e iniziato il gioco libero. A seguire una batteria di giochi organizzati dall'equipe formativa del Cfp (Monica Calosso, Davide Ciravegna e Nanni Spadafora, coordinati dal mitico don Kenneth) ovvero: Taboo (gioco con le carte), Once upon a time (costruisci una storia), Urla che ti passa, Wireless phone e Indovina la musica, che hanno coinvolto tutti i partecipanti.
Poi è arrivata l'ora della ricreazione. E con la ricreazione sono arrivate anche le focacce appena sfornate, che i ragazzi della 2^D avevano finito di produrre da pochi minuti, sotto la guida dei formatori Tommaso e Giacomo.
Quando tutti erano sfamati e prima di ritrovarsi a classi per il lavoro di gruppo, un breve intervento del direttore del Centro, che ha sottolineato come «tutti i nostri allievi sono la vera ragione del nostro operare quotidianamente nel Centro», invitandoli a concludere bene la mattinata. 
Grazie alle tracce che avevano i vari referenti di corso, i giovani hanno fatto alcune riflessioni sulle loro aspettative e sull'impegno che li deve accompagnare lungo tutto il percorso. Anche se c'erano le bolle di classe, è stato bello osservare che gli stessi compagni di classe, che hanno già due settimane di frequenza al Centro, cercavano di approfondire la loro conoscenza reciproca. Concluso questo tempo, tutti sul sagrato del santuario per ascoltare il saluto di don Beppe Trucco (rettore) e di don Alessandro Borsello che era a Villa Moffa (Bandito) con i ragazzi della scuola media per il ritiro di inizio anno. 
Un momento di preghiera nel bel santuario mariano, ha concluso l'esperienza prima di ritornare ai salesiani. E prepararsi per il primo rientro pomeridiano dell'anno formativo 2021/22. 

ACCOGLIENZA CLASSI SECONDE

Arrivati puntuali, nel grande cortile del Cfp, le ragazze e i ragazzi delle seconde annualità dei corsi A, B, C e D si sono calorosamente salutati tra loro, dopo oltre due mesi di vacanza, durante i quali la maggior parte di loro non si era più incontrata. Poi, ordinatamente, hanno preso posto sulle sedie, pronti ad ascoltare i messaggi di bentornati e – per un nutrito gruppo di loro – di benvenuti in questo CFP che è anche una casa che accoglie, educa alla vita e professionalizza. Dopo aver richiamato alcune norme comportamentali che non possono essere disattese per il buon funzionamento della comunità del Centro. Una preghiera per affidare l’anno che è appena decollato alla Vergine Maria e al nostra padre e amico san Giovanni Bosco, e poi via in classe.

SERATA GENITORI 2^ e 3^

Una serata in Gmeet per i genitori delle classi seconde e terze Cfp. A partire dalle 20,45 di martedì 14 settembre, le numerosissime famiglie connesse – che avevano ricevuto il link per l’incontro postato sia sul sito web del Cfp sia a mezzo Telegram – hanno ascoltato l’introduzione di don Alessandro Borsello e le indicazioni del direttore del CFP che ha illustrato tutte le novità dell’anno, con particolare riferimento al protocollo Covid-19, con le richieste contenute anche nel patto di corresponsabilità che le famiglie stesse firmeranno in questi giorni. Poi don Kenneth ha presentato le modalità con le quali l’equipe formativa ha pensato di impostare il tradizionale «Buongiorno» che caratterizza ogni nostra giornata formativa. Con una serie di domande sulla logistica dell’anno formativo, si è chiuso l’incontro che è stato molto apprezzato da tutti i genitori. E lunedì 20 accoglieremo le classi terze e la seconda Termoidraulica, che avvieranno anche la loro esperienza formativa, costituendo completamente la comunità dei giovani che frequentano i corsi dell’obbligo.

CAPOLAVORI IN CUCINA!!

[Come ti trasformo la salsiccia, il formaggio e gli zucchini]

Il «concorso dei Capolavori», promosso dalla sede nazionale del Cnos Fap, nonostante il perversare della situazione pandemica, vuole raggiungere, tra le altre, le seguenti finalità: stimolare gli allievi a misurarsi sulla realizzazione di un «capolavoro», elaborato d’intesa con le imprese del settore, che rispecchia le competenze che deve raggiungere al termine del percorso formativo; approfondire e consolidare il rapporto locale e nazionale con il mondo delle imprese del settore; premiare l'eccellenza tra gli allievi.  

Anche il Cfp braidese, che da sempre crede in queste opportunità, ha deciso di partecipare ai settori turistico-alberghiero e a quello delle aree (Culturale, Matematico/Scientifica, Didattica digitale).

Venerdì 23 aprile, i due candidati del corso 3^D (agroalimentare) – Giulia Carolini e Ivan Panero (che ha sostituito all’ultimo minuto il compagno Mattia Gotta, infortunato a seguito di un investimento), coordinati dal formatore Claudio Vaira - hanno dato il meglio di sé nella preparazione delle due ricette con le quali hanno affrontato il tema «La riscoperta dei Sapori Antichi - La Cucina Circolare»: una quiche ripiena di zucchine, salsiccia di Bra e formaggio Bra duro e un fagottino composto da un fiore di zucca ripieno di salsiccia e formaggio, entrambe eccellenze braidesi, insieme alla verdura dei nostri orti. Le foto delle ricette –  scattate passo passo – sono state poi inviate alla giuria romana. E da oggi (lunedì 26 aprile) ogni pomeriggio, in Meet, i due concorrenti sono sottoposti ad alcune domande sulla gastronomia, sulle ricette realizzate e su argomenti generali su tematiche agroalimentari. Il tutto fino a giovedì; poi, venerdì, la premiazione! 

Ma certamente, per dirla alla De Coubertin, è già una vittoria l’aver partecipato! 

IL SALUTO A GIULIO DEALBERA

E’ approdato alla formazione professionale del Cnos Fap nel settembre 2018, non avendo mai fatto esperienza di formazione in precedenza. Giulio Dealbera, valente idraulico, ha accompagnato i nostri giovani per un triennio, portandoli a conseguire la prima qualifica professionale per «Operatore di impianti termoidraulici» del nostro percorso duale. Poi, a settembre 2020, ha ricominciato con una classe prima. Collaborando strettamente con il collega Valentin e con il referente di settore Maurizio, ha avviato questi giovani – a volte anche assai scalmanati, ma in fondo buoni e desiderosi di imparare – ad apprendere i primi rudimenti di questa professione. Fino ad oggi (martedì 26 gennaio, compleanno dei salesiani, fondati da don Bosco proprio in questa giornata, nel lontano 1846). Da domani Giulio torna full-time nell’azienda che ha fondato con i suoi soci. Comunicandoci questa decisione, abbiamo letto nei suoi occhi una commozione sincera, che lui stesso ha espresso dicendo: «E’ stata un’esperienza molto bella, che non dimenticherò. Operare con i giovani è davvero coinvolgente». Nella breve cerimonia di saluto, il direttore del Cfp Manzone e dell’opera don Borsello, lo hanno ringraziato per il valore aggiunto che ha portato nel nostro Centro di formazione, ricordandogli che le porte sono sempre aperte per accoglierlo anche solo per un saluto o se vorrà fare una puntatina a rivedere i suoi allievi. L’omaggio del volume «Memorie biografiche» ha voluto sancire un legame con l’opera salesiana che è certamente destinato a durare nel tempo.

In chiusura, il pensiero riconoscente del referente di settore: «Questa settimana salutiamo Giulio Dealbera che dopo alcuni anni  nel settore Termoidraulico lascia l’incarico di formatore per tornare a tempo pieno all’attività cantieristica. Non vuole essere un atto formale quello dei ringraziamenti. Pensando a questo pezzo di strada fatto insieme vengono in mente le preoccupazione per gli allievi: cercare delle strade per essere più efficaci nel coinvolgerli, come aiutare chi presentava difficoltà, gestire le questioni disciplinari…Non sono mancate nemmeno le risate per stemperare le tensioni. Giulio come altri collaboratori è andato ben oltre il contributo, seppur prezioso, che ci si potrebbe aspettare dal personale esterno (pagato per le ore svolte in laboratorio/aula). Per quanto riguarda l’aggiornamento del Laboratorio  anche la sua consulenza è stata fondamentale per la stesura del progetto.

Grazie Giulio e un grande in «bocca al lupo» per il tuo futuro professionale.

PANETTONI, BRAIDESI al MARASCHINO e alla NOCCIOLA e pastiglie….

Ricca e soprattutto.. gustosa la produzione delle allievi e degli allievi del corso agroalimentare del Cnos-Fap braidese.

Con i formatori Tommaso Elia, Giacomo Raffreddato e Claudio Vaira i ragazzi di 1^D, 2^D e 3^D (molti di loro anche fuori orario curricolare, fermandosi al CFP con il consenso dei genitori fino al pomeriggio inoltrato) hanno prodotto squisiti panettoni al cioccolato e uvetta & canditi, braidesi al rhum, maraschino e nocciola e pastiglie di vari sapori.

Ecco la cronistoria di queste produzioni.

Partenza: ore 6 di un giovedì qualunque di dicembre, effettuando i vari impasti…..

A seguire: taglio e pesatura dell’impasto che si è trasformato in “n” panettoni…

Poi il riposo e la lievitazione nella nuova cella, acquisita da poco, dell’impasto per almeno 4 ore…..

A seguire la cottura nel forno per 40 minuti…

Il raffreddamento a “testa in giù” …..

La ricopertura di ogni panettone con il cioccolato… e una nevicata di granella di zucchero.

Infine il confezionamento…..

E mentre i panettoni riposavano, gli allievi si sono dedicati alla produzione dei “braidesi” e delle “pastiglie”… e al loro successivo confezionamento.

E adesso, a tutti noi operatori del centro, non ci rimane che DEGUSTARE!!!! Un grazie caloroso ai formatori e agli studenti per il loro impegno e la loro bravura! Buon Natale a tutti!!!

Valter Manzone Direttore CFP Bra

Open Day 2021-22: “Cosa vuoi diventare?”

Parte la nuova campagna di orientamento per i ragazzi delle scuole medie che devono pensare al proprio futuro professionale. La domanda che spesso si sentono rivolgere – da genitori e insegnanti – è proprio questa: "Cosa vuoi diventare?".

 

È arrivato il momento di rispondere. Nel mese di novembre si è sempre avviata una ampia serie di attività di orientamento: scuole medie in visita presso la nostra struttura per una mattinata di attività pratica nei vari laboratori, saloni dell’orientamento, visite individuali, open day. Ovviamente il particolare periodo storico che stiamo vivendo, ci impedisce di fare quanto prima citato, ma non ferma la nostra voglia di accompagnarvi nell’arduo percorso di scelta del vostro futuro.

A chi si orienta verso la Formazione Professionale, il Centro CNOS-FAP di Bra mette a disposizione la possibilità di scegliere tra cinque diversi settori professionali:

Viste le nuove restrizioni in vigore fino al 3 dicembre 2020 non sarà possibile visitare i laboratori nel mese corrente; organizziamo però i consueti Open Day e, garantendo la massima sicurezza, vi invitiamo a venirci a trovare sabato 12 dicembre 2020 e sabato 16 gennaio 2021 per conoscere il nostro ambiente, i nostri laboratori e soprattutto il nostro metodo educativo/formativo.

Per agevolare la vostra visita ed evitare assembramenti chiediamo di prenotarvi compilando l'apposito modulo online

Nel rispetto delle norme anti Covid-19 l’accesso ai visitatori sarà a numero chiuso, con precedenza a chi avrà effettuato la propria prenotazione.

Il 24 novembre alle ore 21 terremo una videoconferenza su piattaforma GMeet per presentare il Centro CNOS-FAP. Questo è il link di accesso a GMeet

Maggiori dettagli sui nostri percorsi formativi sono online, nella pagina del sito web alla voce "CORSI"    

A.F. 20/21: TORNANO GLI ALLIEVI!

AVVIO CLASSI PRIME

Erano trepidanti davanti al cancello lunedì mattina 21 settembre (ore 8) poi i formatori che li accoglievano li hanno invitati a recarsi sotto il porticato per la rilevazione della temperatura. Sono stati molto ordinati e particolarmente attivi i nuovi allievi della 5 classi prime: fatta la fila, rilavata la temperatura, tutti seduti sulle sedie in cortile. Tutti con la propria mascherina. Breve saluto del direttore dell’opera don Borsello, saluto a tante raccomandazioni da parte del direttore del Centro Manzone e saluto con preghiera finale da parte del catechista don Kenneth. Poi qualche goccia di pioggia ha accelerato lo spostamento in aula. Accolti dal referente di corso, hanno iniziato a famigliarizzare con l’ambiente e con la documentazione necessaria per l’avvio dell’a.f. 20-21. All’intervallo, ecco che in cortile si notavano le «bolle sociali» di ciascuna classe, con i formatori che animavano anche questo momento di prima timida socializzazione. Alla fine della mattinata, stanchi, un po’ frastornati ma contenti, tutti a casa. Pronti a ricominciare il giorno successivo!!

INCONTRO GENITORI CLASSI SECONDE E TERZE

Nella serata di martedì 22 settembre, dalle 20,30 alle 21,30, si è svolto l’incontro con i genitori delle classi seconde e terze in Meet. Dopo che l’animatore digitale del Cfp, Valentin, ha inviato loro l’invito (contattate 215 famiglie) ci siamo ritrovati nella direzione della casa salesiana con don Borsello, don Kenneth e lo scrivente direttore del Cfp. Da casa, il coordinatore Busato, numerosissimi formatori e ben 135 famiglie connesse! Dopo l’introduzione di don Alessandro Borsello, il direttore del CFP ha illustrato tutte le novità dell’anno con particolare riferimento al protocollo Covid-19, con le richieste contenute anche nel patto di corresponsabilità che le famiglie stesse firmeranno in questi giorni. Poi don Kenneth ha illustrato le modalità con le quali l’equipe formativa ha pensato di impostare sia il «Buongiorno» sia le giornate di spiritualità. Con una serie di domande sulla logistica dell’anno formativo, si è chiuso l’inocntro che è stato molto apprezzato da tutti i genitori.

AVVIO CLASSI SECONDE

Sono arrivati tutti, puntuali alle 8 di mercoledì 23 settembre, i giovani e le giovani dei secondi anni. Desiderosi di rivedere fisicamente i compagni di corso, i formatori e gli ambienti. SI sono sottoposti ordinatamente alla misurazione della temperatura, poi hanno raggiunto la chiesa, disponendosi nei banchi preparati anche per le celebrazioni, dopo essersi fatti sanificare le mani da un formatore che li accoglieva all’ingresso. Hanno ascoltato i saluti del direttore dell’opera don Borsello, del catechista Kenneth e seguito, con grande attenzione, le indicazioni che il direttore del Cfp ha dato loro per vivere al meglio e in totale sicurezza quest’anno formativo. Poi – mantenendo mascherina indossata e distanziamento sociale – con i loro formatori di riferimento, si sono avviati in aula per dare ufficialmente inizio alla loro seconda annualità.

Avvio anno formativo 20/21 classi TERZE

Buongiorno, con la presente comunichiamo che siamo pronti per cominciare l'anno scolastico 2020/21. L'attività formativa per tutte le classi terze inizierà GIOVEDI’ 24 settembre 2020 alle ore 8.   Inoltriamo la lettera predisposta dal Direttore del Centro. lettera inizio classi terze   Cordiali saluti   La Segreteria