SIMONA ATZORI incontra i ragazzi del CNOS-Fap di BRA

 

IMG_2402

BRA «Il mio sogno è quello di rimanere la Simona che sognava da bambina di fare la danzatrice e la pittrice. Perché bisogna avere un sogno. E la forza per realizzarlo». La ballerina Simona Atzori, nata senza le braccia, ha coinvolto per un’ora e mezza i 350 allievi della formazione professionale salesiana, nella mattinata di giovedì 5 maggio, al Centro Polifunzionale. Dimostrando che con la volontà ce la si può fare. E lei ce l’ha fatta: con i piedi – le sua mani «in basso» - risponde al cellulare, pranza, guida l'automobile e beve il caffè. Il commento di tantissimi studenti, che hanno fatto centinaia di selfie con l’artista: «Solare e comunicativa, ci ha offerto una lezione di vita che sarà difficile da dimenticare». v.m. Fonte: La Stampa
Be Sociable, Share!