La “Notte dei Mestieri”

Terza edizione de <La notte dei mestieri> al Cfp braidese. Tanti formatori ma soprattutto tantissimi allievi, che hanno generosamente accolto l’invito a venire ad animare i lavoratori e ad accogliere le famiglie ancora in cerca di un percorso per il post- terza media. C’erano i panettieri/pasticceri/pizzaioli che producevano dolci, pizze e focacce, le acconciatrici che si esercitavano con le pieghe a phon, i meccanici auto, industriali e i termo-idraulici che operavano nei loro settori di riferimento. Le famiglie che ci hanno visitato hanno potuto vedere quali possono essere i frutti dell’intelligenza nelle mani, tipica dei nostri allievi. Come sempre un bel momento di condivisione, in quello spirito di famiglia che caratterizza il nostro ambiente formativo.

Prova d’esame Settore Meccanico-Industriale

Prova d’esame - Stamani (venerdì 24 gennaio, san Francesco di Sales)- per gli allievi di 3^A (meccanica industriale). I formatori Dario Ruberi, Matteo Trunfio, Elisa Salatino e Sonia Pezzi, hanno somministrato una prova multidisciplinare, sul modello di quella del futuro esame di qualifica, per allenare i giovani allievi ad affrontarlo con maggior consapevolezza.

Gli allievi del CFP DI BRA AL SIGEP DI RIMINI

Sono gli allievi del Centro di formazione di Bra del CNOS-FAP Piemonte, e per la precisione  del terzo anno del settore "panetteria pasticceria pizzeria" nell’ambito del consolidamento delle conoscenze tecniche del settore, che hanno visitato il Sigep di Rimini.
La  Fiera di Rimini, 42° Salone Internazionale Gelateria, Pasticceria, Panificazione Artigianali e Caffè, è l’appuntamento professionale più importante dedicato al mondo dedicato al Gelato Artigianale e all’Arte del Dolce con oltre 129.000 metri quadrati occupati dalla miglior offerta internazionale. I visitatori sono guidati alla scoperta di percorsi tematici focalizzati su  cinque  settori principali, interconnessi in modo da unire in un’ unica visione globale il mondo del dolce. È uno show che premia le eccellenze mondiali, presenta nuovi format, sviluppa il networking globale e fa crescere il business di imprese e professionisti. Da ben 29 anni, SIGEP sostiene la formazione giovanile, promuovendo i progetti scolastici di intervento in fiera. SigepGiovani, è un'iniziativa svolta in collaborazione con “Pasticceria Internazionale", le aziende espositrici di SIGEP e scuole provenienti da tutta Italia, per promuove la formazione e lo scambio culturale tra studenti e professionisti dell'intera penisola e delle principali isole. Questo uno dei motivi che ha spinto il CFP Salesiano a ricercare il meglio anche nel mondo dei concorsi e chissà un domani parteciparvi. Tra i tanti espositori, gli allievi del corso, hanno potuto visitare la Selmi di Santa Vittoria d’Alba, un punto di riferimento per quanto riguarda le macchine e le attrezzature per la lavorazione del cioccolato in tutte le sue forme: pralineria, tavolette, tartufi, snack in cioccolato, cioccolato bean to bar dragèes e confetti in cioccolato. Tecnologia a misura del cliente, pratica, flessibile, facile da utilizzare, performante ed esteticamente bella.
Anche queste competenze tecniche e professionali fanno parte del bagaglio che i giovani dei salesiani di Bra dovranno avere per inserirsi a pieno titolo nel mondo del lavoro. Franco Burdese

Preparazione del «concorso nazionale di meccanica industriale»

BRA Ermanno Duo, direttore di sede regionale e vice-direttore generale dell'associazione Cnos-Fap Regione Piemonte, venerdì 10 gennaio, è venuto a trovare il colleghi Dario Ruberi e Matteo Trunfio della meccanica industriale, per avviare con loro i lavori preparatori del «concorso nazionale di meccanica industriale» che il Cfp braidese si prepara ad ospitare per la seconda volta. La gara, che vedrà coinvolti allievi di tutti i Cfp d'Italia, che abbiamo il corso di operatore meccanico, sarà coordinato dal segretario nazionale Maurizio Todeschini e dai colleghi locali. In progettazione un complessivo articolato, dotato di pinza idraulica e di un motorino, per la movimentazione di un particolare. La ditta Om.ler 2000 dell'exallievo Fabrizio Lerda, si è detta disponibile a svolgere il ruolo di impresa madrina. Con Ermanno Duo e i colleghi locali, ci saranno altre riunioni per mettere a punto tutti i dettagli, compresi i momenti extra-concorsuali. La gara si svolgerà poi dal 4 all'8 maggio, nel nostro laboratorio di meccanica industriale. 

Il “buon giorno” dell’Ispettore alla festa di Natale

Eravamo in tanti, giovedì 19 dicembre, nella cappella dell'Istituto salesiano, Alle 7,45 - radunati per il tradizionale «buongiorno» c'erano tutti gli allievi dei vari corsi del Cfp e tantissimi formatori. Accompagnato dal direttore dell'opera don Alessandro Borsello, dal catechista don Kenneth e dal direttore del Cfp Valter Manzone, il signor Ispettore della Circoscrizione speciale Piemonte, Valle d'Aosta e Lituania, don Enrico Stasi - che è anche il presidente nazionale dell'associazione Cnos Fap - ha regalato il suo pensiero di buongiorno, novello don Bosco in visita ad una sua comunità. Grande l'attenzione dei giovani alle parole di speranza che don Stasi ha pronunciato; tutti hanno fatto proprio l'invito a lavorare per un futuro dignitoso e ricco di soddisfazioni. Poi, dopo la preghiera collettiva, tutti in aula o in laboratorio, per iniziare la giornata che si sarebbe poi conclusa con la festa di Natale.
Festa
Alle 20,30 di quella stessa giornata, la chiesa era di nuovo gremita, stavolta non solamente di giovani: accanto a loro, tanti genitori, fratelli e sorelle degli allievi e qualche nonno. Alla messa, molto partecipata - celebrata da don Stasi, don Borsello e don NNadi - è seguita la festa di Natale. Tutti in palestra, per il saluto di don Alessandro seguito da quello del direttore del Centro. Poi un video, magistralmente realizzato dal giovane formatore Valentin, ha raccontato il primo trimestre di intenso lavoro. Intanto sul palco è giunto Federico Vignola, vincitore della gara regionale World Skills (meccanica auto) per ricevere l'abbraccio degli allievi e dei formatori. Mentre la musica si diffondeva, ecco che il lungo tavolo centrale si riempiva di «ogni ben di Dio»: dolci, pizzette, focacce, panettoni, pandori, arachidi, patatine, mandaranci e bibite. Mentre le chiacchiere erano intense e diffuse, si sgranocchiava qualcosa. Un modo semplice, ma concreto, di augurarsi Buon Natale, che ha coinvolto i formatori con le loro famiglie, gli allievi e - come ogni anno - anche tantissimi exallievi.
Valter Manzone

Bra, IFTS TECNICO TRASFERTISTA TERZA EDIZIONE

E’ partita a Bra, presso il Centro di Formazione Cnosfap dei Salesiani di viale Rimembranza, la terza edizione del corso di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore IFTS Tecnico Trasfertista. Ventuno gli allievi iscritti e dodici le aziende partner che oltre al Politecnico ed all’IIS Vallauri di Fossano hanno contribuito alla progettazione del corso finanziato dalla Regione Piemonte. “Siamo grati ai funzionari della Regione Piemonte - ha affermato il Direttore del CFP Valter Manzone- ed in particolare alla dottoressa Ivana Morando per la grande collaborazione che ha reso possibile l’avvio del corso giungendo in tempi celeri alla firma dell’Associazione Temporanea di Scopo, atto notarile fondamentale per la partenza del percorso Tecnico Trasfertista. Non da meno è stata la partecipazione del Politecnico di Torino per cui ringraziamo il Rettore prof. Guido Sarracco.
Con l’avvio del corso di lunedì 11 dicembre diamo pieno compimento al mandato di aziende di primaria eccellenza per condividere con loro la formazione di Tecnici che, nonostante giunti alla terza edizione, sono fondamentali per lo sviluppo e la crescita delle nostre aziende partner. “ Sono la Gai di Ceresole, l’Arol e Robino&Galandrino di Canelli, la Tosa di Santo Stefano, la Rolfo, la Tesi Squere, l’Elcat  e l’Omler 2000 di Bra, la Cemas di Carmagnola, la Meccanica 97 di Sommariva Bosco, la Bianco, la Dromont e Oripan di Alba, la Bottero e Merlo di Cuneo, le aziende che hanno supportato il percorso. “ Siamo grati ai Salesiani - ha commentato Guglielmo Gai AD della Gai Macchine Imbottigliatrici- perché oltre a educare molti giovani che poi abbiamo assunto, sono un centinaio i nostri collaboratori che hanno studiato ai Salesiani di Bra, si sono fatti carico di aggregare tante aziende, il Politecnico ed il Vallauri per dare vita ad un corso unico. Non trovavamo trasfertisti ed ora grazie a questa azione formativa stiamo dando risposta ad una carenza. Non fermiamoci però perché queste figure, essenziali per noi che esportiamo macchinari nel mondo, sono una risorsa fondamentale che deve crescere costantemente nel tempo.” L’avvio del corso ha previsto una fase di analisi da parte degli allievi delle aziende che andranno ad ospitare l’alternanza. Otto allievi del corso sono stati assunti in apprendistato mentre gli altri seguiranno l’alternanza. Tra le aziende che sono state visitate la Tosa Group di Santo Stefano che nella seconda edizione del corso ha avuto l’inserimento di tre Tecnici Trasfertisti.  “Siamo molto soddisfatti - ha commentato Serena Tosa – della partecipazione al percorso Tecnico Trasfertista. Il nostro è un territorio dove sono troppo  pochi i giovani che studiano per diventare dei tecnici. Inoltre siamo diverse le aziende della zona nostra e del canellese alla ricerca di questi nostri futuri collaboratori. Ci auguriamo di potenziare questi percorsi IFTS nella speranza che la nostra ricerca di queste figure diventi costantemente appagata. E’ un appello che mi sento di fare alle famiglie del nostro territorio quello di indirizzare i propri figli a studi tecnici. Lo sviluppo della Tosa e delle diverse ditte che collaborano al progetto Tecnico Trasfertista passa proprio dai numeri dei giovani che accolgono questa proposta. Offriamo un lavoro appagante, di qualità, che porta i tecnici a girare il mondo ed ad essere remunerati per un impegno che sappiamo essere fondamentale per le nostre aziende.” Ai ventuno iscritti se ne potrebbero aggiungere ancora dopo una valutazione della cadidatura. Le candidature possono pervenire al sito www.tecnicotrasfertista.it
Franco Burdese

Bra, il CFP in collegamento video con Israele

Venerdì 29 novembre le classi seconde del nostro istituto hanno avuto l’opportunità di conoscere il progetto Vis in Palestina. Claudia e Luca in diretta e Gigi via Skype da Betlemme me ci hanno raccontato i progetti in essere. Abbiamo anche ascoltato la storia del muro che divide Israele e Palestina. Sembra assurdo che, mentre si celebrano i 30 anni dalla caduta del muro di Berlino, ci siano ancora steccati che dividono le città e i Paesi. Abbiamo anche ricordato i 30 della dichiarazione universale dei diritti dei bambini e degli adolescenti che viene sistematicamente violata in quei luoghi. Conoscere per avere un punto di vista critico è il compito della scuola e ringraziamo il Vis per il loro intervento e per il loro lavoro.