ESAMI di qualifica

Esami in tempo di Covid, atto secondo. Al Cfp Cnos di Bra - nella settimana dal 7 all'11 giugno - si sono svolti gli esami di qualifica delle cinque classi terze e quelli di specializzazione del percorso IFTS per «Tecnico trasfertista». Hanno iniziato le fatiche le classi 3^C (acconciatori) e 3^F (operatori termoidraulici) con una commissione presieduta dal funzionario regionale Piergiorgio Silvestro e composta da due formatori interni per ogni corso. A tutti gli allievi e le allieve delle terze era già stato somministrato un questionario di settore, con molte domande di parte professionalizzante. Poi a gruppi o singolarmente, a tutti è stato richiesto di effettuare una prova pratica, che consisteva in un'acconciatura preceduta da colorazione e piega oppure un impianto per un bagno di casa. Dal mercoledì al venerdì, la seconda commissione, presieduta dalla funzionaria Angela Graziella Panetto, si è occupata dei meccanici industriali che si sono cimentati con il Cad e la programmazione al CNC, mentre i colleghi dell'auto si occupavano di individuare i guasti di un motore. Nel laboratorio di panetteria/pasticceria i giovani del corso D si sono sbizzarriti nella preparazione di una ricetta dolce e di una salata, poi degustate da tutti i commissari e i compagni. Un colloquio orale, ampio e articolato, ha concluso le prove per ogni candidato.

 

SALUTI DI FINE ANNO FORMATIVO!

Prima e’ toccato alle classi terze cfp: accolti in cortile, i giovani che si preparavano a sostenere l’esame di qualifica sono stati salutati dal direttore dell’opera don Alessandro Borsello e dal direttore Cfp Valter Manzone, che dopo aver ripercorso in particolare questi due anni di pandemia, hanno invitato i giovani a vivere bene il tempo degli esami per affrontare al meglio la vita futura, sempre nella consapevolezza che in viale Rimembranze trovano una <casa> aperta per accoglierli in qualunque momento. Poi è stata la volta delle prime che, pur tra presenza in laboratorio e Fad, hanno concluso le 990 ore dei corsi di appartenenza: per loro l’augurio di una buona estate e l’arrivo servi a settembre. Infine le seconde, giunte anch’esse a fine anno formativo: anche a loro i due direttori hanno rivolto l’invito di rigenerarsi durante l’estate, per arrivare a settembre pronti per lo sprint finale.

La rituale foto di classe e la distribuzione della focaccia hanno concluso questi momenti. Qualcuno, anzi più di qualcuno, salutando formatori e compagni, si è avviato al cancello in compagnia di una lacrima che scendeva a rigargli il viso. Potenza della pedagogia salesiana e del lavoro formativo che tutti insieme si continua a fare! Buona estate ragazze/i!

Tecnico installazioni e manutenzioni digitalizzate… il futuro del trasfertista!

Sabato 29 maggio, ore 10: gli stabilimenti della Gai Spa di frazione Cappelli a Ceresole d’Alba aprono – ancora una volta – le porte alla formazione professionale del Cnos Fap di Bra, per una mattinata di confronto con le imprese del territorio, sulla nuova figura del corso «IFTS 2021-22» e per fare una breve sintesi della storia delle prime 4 edizioni del «Tecnico trasfertista». Dopo una piacevole accoglienza, i rappresentati delle aziende Gai (gli ingg. Carlo e Guglielmo, sempre squisiti padroni di casa), Tosa, Robino&Galandrino, Cubar, Rolfo, Cemas, Tcn, Monge, Olivero, Berterotech Livetech, VR automazioni, Elcat, Omler2000, Meccanica97 e Biemmedue, insieme ai colleghi dell’Istituto tecnico industriale Valluari di Fossano (il rag. Mario Freni e l’ing. Maurizio Rateo) e alla rappresentanza dell’istituto tecnico Edoardo Agnelli di Torino (il direttore dell’opera don Claudio Belfiore, il preside prof.

Giovanni Bosco e il vice don Fabrizio Gallarato), il presidente Forma, Fondazione Agroalimentare per il Piemonte e neo direttore del Cnos-Fap Fabrizio Berta, il direttore dell’opera salesiana don Alessandro Borsello, il direttore del Cfp Valter Manzone, i coordinatori del corso IFTS Franco Burdese e Martina Alfieri e la docente di inglese tecnico Federica Pitton, hanno preso posto nella sala riunioni dell’azienda. Sul mega schermo le 90 fotografie dei trasfertisti che si sono formati in questi quattro anni (gli ultimi sosterranno l’esame lunedì 7 e martedì 8 giugno): ad ogni volto – compresi quelli di due giovani allieve – una storia, fatta di curiosità per il mondo del trasfertista, per le discipline che si insegnano nel percorso, delle competenze da acquisire e del lavoro da trovare. I dati ci restituiscono una realtà molto positiva: oltre il 90% di loro è collocato in azienda, con un ruolo perfettamente aderente alla formazione tecnica superiore seguita. Dai vari rappresentanti delle aziende un plauso sincero per il nostro lavoro educativo e formativo e una richiesta corale: abbiamo bisogno di manodopera specializzata. Proprio come quella che il corso prepara. Con una visione di prospettiva, il collega Burdese ha cercato di porre le basi per la progettazione del percorso futuro, che si chiamerà «Tecnico installazioni e manutenzioni digitalizzate» per esplorare la realtà aumentata e i vantaggi che comporta.

Al termine del vivace confronto, prima della visita all’azienda, un sobrio aperitivo, servito dalle allieve e dagli allievi del nostro percorso Agroalimentare, coordinati dai formatori Tommaso Elia e Giacomo Raffreddato e dal titolare del servizio mensa interno Enrico Tachis.

Concorso Unico degli assi trasversali

Il 4-5-6 maggio i nostri allievi: Salomone Alexandra, Bottan Giorgio, Ricatto Mattia e Venere Massimo hanno partecipato al Concorso Unico degli assi trasversali. L'esperienza è stata formativa e, nonostante l'utilizzo della modalità a distanza, si è creato un gruppo amalgamato che ha lavorato molto bene. Grazie al coordinamento dei colleghi e alle attività proposte i ragazzi hanno utilizzato le loro conoscenze e competenze per organizzare una vacanza studio in Irlanda. Nelle foto i partecipanti con gli attestati consegnati dal direttore del centro di Bra Valter Manzone e dal coordinatore dei progetti esterni Fabio Tripaldi.

UNA LEZIONE TEORICO-PRATICA sulla diagnosi WURTH

Giornata di formazione per gli allievi della classe prima del corso «Operatore alla riparazione dei veicoli a motore - manutenzione e riparazione di parti e sistemi meccanici ed elettromeccanici e di pneumatici» (sinteticamente, meccanica auto o automotive) che con i loro formatori Gianfranco Morra, Ivan Federico e Marco Mattis, hanno seguito l'aggiornamento sulla nuova diagnosi Wurth proposta dal tecnico  Massimo Di Gioia. 

Gli allievi hanno potuto apprendere la modalità dell'autodiagnosi multimarca, che permette di effettuare interventi sull'elettronica delle autovetture: iniezione, attuatori, airbag, climatizzazione. Inoltre lo strumento fornisce anche la possibilità di ottenere la lettura dei dati in tempo reale e di effettuare la codifica delle centraline dei veicoli. Ad una iniziale parte teorica, svolta in aula, è seguita una serie di esercitazioni pratiche, direttamente sull'autoveicolo, che ha catalizzato molto l'attenzione della classe. Apprezzato anche lo spuntino che i colleghi del corso agroalimentare hanno preparato a metà mattinata.

S1 – Grande Sentiero del Roero

Continuano le avventure del gruppo “Cnos Fap Bra – Walkers”.

Sabato 9 maggio 2021, con ritrovo alle ore 6.30 di fronte al CFP di Bra, ha avuto inizio la giornata di cammino in direzione Cisterna d’ Asti, attraverso il Grande Sentiero del Roero.

43 km di emozioni, percorsi interamente in natura nel pieno del suo risveglio primaverile.

Oltre allo storico gruppo (Maurizio, Massimo, Sonia ed Elena), il nuovo cammino ha visto la partecipazione di Giacomo che, sfruttando le proprie conoscenze professionali, ha deliziato i camminatori con una fantastica colazione.

CAPOLAVORI IN CUCINA!!

[Come ti trasformo la salsiccia, il formaggio e gli zucchini]

Il «concorso dei Capolavori», promosso dalla sede nazionale del Cnos Fap, nonostante il perversare della situazione pandemica, vuole raggiungere, tra le altre, le seguenti finalità: stimolare gli allievi a misurarsi sulla realizzazione di un «capolavoro», elaborato d’intesa con le imprese del settore, che rispecchia le competenze che deve raggiungere al termine del percorso formativo; approfondire e consolidare il rapporto locale e nazionale con il mondo delle imprese del settore; premiare l'eccellenza tra gli allievi.  

Anche il Cfp braidese, che da sempre crede in queste opportunità, ha deciso di partecipare ai settori turistico-alberghiero e a quello delle aree (Culturale, Matematico/Scientifica, Didattica digitale).

Venerdì 23 aprile, i due candidati del corso 3^D (agroalimentare) – Giulia Carolini e Ivan Panero (che ha sostituito all’ultimo minuto il compagno Mattia Gotta, infortunato a seguito di un investimento), coordinati dal formatore Claudio Vaira - hanno dato il meglio di sé nella preparazione delle due ricette con le quali hanno affrontato il tema «La riscoperta dei Sapori Antichi - La Cucina Circolare»: una quiche ripiena di zucchine, salsiccia di Bra e formaggio Bra duro e un fagottino composto da un fiore di zucca ripieno di salsiccia e formaggio, entrambe eccellenze braidesi, insieme alla verdura dei nostri orti. Le foto delle ricette –  scattate passo passo – sono state poi inviate alla giuria romana. E da oggi (lunedì 26 aprile) ogni pomeriggio, in Meet, i due concorrenti sono sottoposti ad alcune domande sulla gastronomia, sulle ricette realizzate e su argomenti generali su tematiche agroalimentari. Il tutto fino a giovedì; poi, venerdì, la premiazione! 

Ma certamente, per dirla alla De Coubertin, è già una vittoria l’aver partecipato! 

PROGETTO CINEMA

Si è concluso questa mattina il progetto "Cinema portatore sano di legalità" organizzato da Anec (Associazione Nazionale Esercenti Cinema). Grazie alla collaborazione con il Cinema Vittoria di Bra il nostro istituto ha partecipato con tre classi prime (B,D, F).
Dopo la visione del film "Sicilian Ghost story" le classi hanno avuto la possibilità di approfondire la tragica vita di Giuseppe Di Matteo e confrontarsi con Flavia Montini che ha moderato l'incontro con una referente di Libera. I temi sono stati: la legalità, il rispetto reciproco, le attività dell'Associazione fondata da don Ciotti e il ruolo dei giovani nel cambiamento di atteggiamenti poco edificanti.
Nonostante la didattica a distanza il progetto ha dato molti spunti che saranno ripresi nelle prossime lezioni.

CORSO PAL (PREPARAZIONE AL LAVORO) … al LAVORO!

Avviato da un mesetto, il corso MdL - Pal (preparazione al lavoro) in ambito «Magazzino e logistica», con i suoi 12 utenti iscritti, è in piena attività.

Dopo una settimana dedicata a rendere omogeno il livello linguistico (7 allieve/i africani, un brasiliano, un albanese e 3 italiani) e, parallelamente, ad apprendere i concetti fondamentali della sicurezza nel mondo del lavoro – oltre alle UF educazione alla cittadinanza, orientamento, pari opportunità, tecnologie informatiche - è iniziata anche la parte più pratica, con le UF gestione magazzino e spedizione merci e prodotti.

Questo ambito, che è molto funzionale alla prossima esperienza di stage che gli utenti saranno chiamati a fare (300 ore), li vede impegnati a conoscere le modalità di gestione delle merci e della loro presentazione alla clientela. Nella gallery alcuni momenti in aula (lezioni in presenza, perché laboratoriali, nel pieno rispetto delle norme anti-Covid) mentre attivano la loro fantasia e creatività.