Don Pietro Mellano in visita al nostro CFP

  Don Pietro Mellano, direttore di sede nazionale del Cnosfap - che vive nella sede romana di San Tarcisio, alle catacombe - ha vissuto una mattinata a contatto con i giovani allievi del Cfp braidese. Venerdì scorso, 20 settembre, arrivato nella casa salesiana e accolto dal direttore dell'opera don Vincenzo Trotta, dal direttore del Cfp Valter Manzone e dal coordinatore Davide Busato, don Pietro ha avuto modo di visitare tutti i laboratori del Centro, intrattenendosi amabilmente con un gran numero di studenti. Bello il colloquio spontaneo e allegro con gli allievi di 3^A che stavano pulendo le macchine utensili a fine settimana, con quelli della termoidraulica che stavano effettuando un impianto con le tubazioni di un lavandino e infine con i meccanici auto, alle prese con il motore diesel, in vista del'esame di qualifica. Dopo il pranzo con la comunità salesiana, un piacevole e produttivo incontro con alcuni formatori, un ultimo caffè insieme, prima della partenza per il Centro di San Benigno, che lo aveva avuto come direttore dell'opera.

Cooperative learning nella nuova aula automotive

Galleria

Questa galleria contiene 3 foto.

Nuova didattica e cooperative learning: la classe terza B (meccanica auto) ha vissuto – nella mattinata di venerdì 21 settembre – una significativa esperienza di didattica alternativa, denominata «Jiegsaw» (ovvero circolarità delle informazioni). Il formatore Fabrizio Venere ha diviso gli … Continua a leggere

Partiti gli stagisti per l’esperienza spagnola

BRA E’ atterrato domenica sera (25 febraio) a Madrid il gruppo di 10 studenti delle classi terze del Cfp salesiano (appartenenti ai settori meccanica auto, acconciatori e agroalimentare – panetteria/pasticceria); poi in bus fino ad Aranjuez, una ridente città a 50 km dalla capital, per avviare il loro mese di stage aziendale in terra iberica. Carol Bono, Gabriele Busso, Alberto Castellengo, Alberto Cordero, Sabri Hammami, Donia Lamine, Carlo Oberto, Arianna Panero, Davide Salatin e Ardea Shabaj sono le allieve e gli allievi del Centro di formazione professionale braidese, che hanno aderito a questa esperienza transnazionale, coordinata dall’agenzia formativa Apro di Alba, capofila del progetto. Il gruppo, accompagnato dal formatore Fabio Tripaldi, referente per i progetti transnazionali per il Cfp braidese, è stato ricevuto dal collega David Roman Maqueda. Poi i giovani saranno presidiati dai docenti Marco Mortara e Giuovanni Spadafora. I ragazzi, oltre a conoscere la scuola salesiana di riferimento – il «colegio Loyola» - sono stati inseriti, dal tutor locale David, in aziende del loro settore di riferimento. Il programma sarà poi completato da visite tecniche e da escursioni turistiche; immancabile una serata nella famosa discoteca Kapital di Madrid. Il rientro in patria è previsto per mercoledì 28 marzo. Commentano gli organizzatori: «Il nostro Cfp vanta ormai una lunga e consolidata esperienza in materia di scambi. Da alcuni anni è anche diventato un Centro di accoglienza di ragazzi spagnoli che fanno un analogo progetto: a partire da marzo, arriveranno infatti a Bra due gruppi di giovani iberici con i loro docenti». Valter Manzone

Incontro con la PolFer

BRA «Stimolare nei giovani la consapevolezza dei rischi presenti nello scenario ferroviario e diffondere tra di loro la ​cultura della legalità e della sicurezza​, sensibilizzandoli ad adottare comportamenti responsabili per la propria ed altrui incolumità»: questo il tema sviluppato nei due interessanti incontri che i referenti della Polfer Giuseppe Ardito (Sostituto Commissario) e Ignazio Calabrò (Sovrintendente) insieme al referente della Polfer locale, il sovrintendente capo Vittorio Gobetti, hanno tenuto al Centro di formazione professionale dei salesiani, agli studenti della classi prime, nella mattinata di mercoledì scorso. Al termine della loro esposizione, si è aperto un ampio il dibattito con i ragazzi, che per la maggioranza sono anche dei pendolari. v.m

Il CFP nel progetto crowdfunding

sdr

BRA I giovani allievi del Centro di formazione professionale dei salesiani hanno avviato la produzione di un cospicuo numero di «bussolotti» in acciaio, con relativi coperchi in plastica, necessari per completare il progetto di «Crowdfunding», voluto dall’amministrazione comunale, per il finanziamento on-line di tre progetti innovativi e ad elevato impatto sociale. Spiega il formatore del Cfp, Dario Ruberi: «Quando siamo andati in Comune abbiamo illustrato il nostro progetto, che prevede che i giovani – utilizzando le macchine utensili - realizzino questi “salvadanai” che saranno poi completati con l’etichetta che stanno studiando i grafici dell’Ips Mucci». I bussolotti saranno poi dislocati nei vari negozi della città, per agevolare tutti coloro che non frequentano il web, a donare. Per maggiori informazioni su questa raccolta fondi, consultare il portale www.crowdfunding.comune.bra.cn.it (utilizzando il quale si può contribuire con offerte, a mezzo della propria carta di credito) oppure scrivere all’indirizzo e-mail crowdfunding@comune.bra.cn.it. Valter Manzone

cof

Festa di Don Bosco 2018

BRA Hanno preparato 600 croissant alla marmellata i giovani studenti del corso di panetteria/pasticceria e pizzeria del cfp salesiano di Bra. Guidati dai formatori Tommaso Elia e Giacomo Raffreddato, i ragazzi hanno impastato e cotto le brioches per la colazione distribuita a tutti gli studenti in occasione della festa di san Giovanni Bosco (mercoledì 31 gennaio). Il programma della mattinata è stato intenso: messa a sant’Antonino, presieduta da don Giorgio Garrone e concelebrata da don Vincenzo Tratto e don Gilberto Sarzotti; a seguire la colazione in oratorio e il trasferimento al cinema Vittoria per la proiezione della pellicola «Wonder» di Stephen Chbosky con Julia Roberts, Owen Wilson e Jacob Tremblay.