CONVEGNO GAI DIGITALIZZAZIONE

Alla Gai Macchine Imbottigliatici di Ceresole d’Alba si progetta il futuro in collaborazione con l’Associazione Cnsofap, la formazione dei salesiani in Italia, e Schneider Electric. Si è svolto giovedì 16 maggio l’incontro, primo di una serie sino al 2020, sul tema “ La trasformazione digitale in Italia: stato dell’arte, benefici per le PMI, nuove competenze. Condivisione di esperienze concrete di digitalizzazione e nuovi percorsi formativi”. A salutare le molte aziende è intervenuto l’Ad della Gai, Guglielmo Gai, che ha ricordato l’esperienza di successo del percorso formativo tecnico trasfertista. “ Come abbiamo fatto per la formazione- ha affermato Guglielmo Gai- dei trasfertisti che non trovavamo, così siamo indirizzati a fare per le figure nel mondo della digitalizzazione”. Mariano Costamagna, Vice Presidente Confindustria Cuneo,  ha portato i saluti del Presidente  Mauro Gola e ha ricordato quanto sia fondamentale in un’era di grandi cambiamenti tecnologici anticipare le esigenze, in particolare quelle formative. Tra gli intervenuti molti imprenditori ex allievi dell’Istituto Salesiano di Bra, che si prepara a celebrare i 60 anni, da Giuseppe Bernocco del Gruppo TCN, a Giuseppe Pacotto della Tesi, Gianfranco Testa di Elcat, Claudio Pacotto di Europlst, Fabrizio Lerda di Omler 2000, a Riccardo Testa di Arpa Industriale. A moderare gli interventi l’ing. Alessia Varalda, di Elettrico Magazine sul tema “Opportunità ed esperienze concrete di digitalizzazione”. E’ toccato a Guglielmo Gai dare il via al lavori con l’intervento su “ Le opportunità della trasformazione digitale: il caso Gai “, dove ha raccontato le motivazioni che hanno spinto la loro azienda ad impegnarsi nel mondo della digitalizzazione passando per Impresa 4.0 Mariangela Acquafredda e Paolo Buonsanti di Schneider Electric hanno presentato il tema “Settori di mercato e trasformazione digitale: trend e benefici, mentre Danilo Ponzio ha proposto la ricerca svolta sul territorio cuneese e canellese: “Il territorio e la digitalizzazione locale”. Di particolare interesse l’intervento di Alberto Masoero di Bottero Spa che  ha sintetizzato “Il bisogno di cambiamento del sistema produttivo “. La seconda parte dell’incontro ha trattato i “ Bisogni formativi e nuove competenze per la digital transformation”. Ivana Morando responsabile dell’alta formazione della Regione Piemonte dal suo osservatorio privilegiato ha trattato “L’evoluzione di professioni e mestieri nelle PMI". E’ poi toccato a Don Pietro Mellano Direttore Nazionale CNOS-FAP proporre il punto di vista delle formazione salesiana con l’intervento “ Da don Bosco a Industria 4.0: l’approccio formativo salesiano.” La chiusura degli interventi ha visto Laura Bruni di Schneider Electric Spa raccontare l’impegno polivalente di Schneider Electric per l’innovazione e la formazione. E’ poi stato raccontato ai tanti imprenditori presenti in sala il percorso tecnico trasfertista che in due anni dal 2017 al 2019 ha formato quasi cinquanta giovani, quasi tutti si sono inseriti in primarie aziende che fanno del piazzamento delle loro macchine nel mondo una quotidianità. Prossimo appuntamento per il gruppo di imprenditori il proseguo del lavori che si svolgerà il 2 luglio nella sede di Schneider Electric a Stezzano. Al termine dei lavori il Presidente di Gai Macchine, Carlo Gai ha guidato il tour della visita in azienda raccontando la trasformazione della Gai che oggi conta quasi 250 addetti. Franco Burdese

Under 15 di Calcio a 5 per i CFP Cuneesi

BRA Una mattinata di calcio e di socializzazione. Il quadrangolare under 15 che ha coinvolto le squadre di calcio a 5 dei Cfp di Bra, Fossano, Saluzzo e Savigliano, ha coniugato sport e allegria. In perfetta sintonia con il progetto educativo salesiano, cui ci ispiriamo. Organizzato dai colleghi Fabrizio Venere e Nanni Spadafora, si è svolto al campo sintetico di via Fratelli Rosselli, prenotato dal collega Burdese. Dopo un saluto da parte dello scrivente, le prime due squadre - con le loro belle divise - hanno avviato la sfida. In campo; ad arbitrare, oltre ai formatori che accompagnavano i ragazzi, anche Marco Mattis (3B) che - coordinato dal formatore Fabrizio Venere di Bra - ha messo in campo le sue competenze arbitrali. A fare il tifo anche il direttore di area Maurizio Giraudo e il collega don Lele (Cfp di Saluzzo-Savigliano). Al termine delle gare, la premiazione degli atleti affidata a don Vincenzo Trotta, e uno spuntino preparato dai nostri allievi del corso di panetteria/pasticceria/pizzeria.
Classifica:
1^ posto: Fossano
2^posto: Saluzzo
3^ posto: Savigliano
4* posto: Bra
Valter Manzone

ERASMUS+: da Rolfo nel braidese con la delegazione dei Salesiani di Huelva

Mentre stanno procedendo bene, con soddisfazione degli allievi, i due progetti di mobilità <Erasmus plus> organizzati dalla scuola salesiana Loyola di Aranjuez (Madrid), nella mattinata di venerdì 3 maggio il Cfp braidese ha accolto la delegazione di 5 professori della scuola salesiana di Huelva in Andalusia, accompagnati dal collega Nino Gentile, responsabile comunicazione e settori professionali del CNOS-FAP Piemonte.
In tour nel Piemonte salesiano per conoscere la formazione professionale e poterla confrontare con la propria, la delegazione è stata accompagnata dallo scrivente e dalla collega Ana Marta di Aranjuez, in visita alla ditta Rolfo Spa di corso IV novembre.
Splendidamente accolti da un funzionario ed ex allievo salesiano, abbiamo avuto la possibilità di visitare lo stabilimento seguendo la produzione delle bisarche, particolare rimorchio in grado di trasportare altri veicoli. Molto interessante poter vedere tutta la linea produttiva. E anche lo "scrigno" ossia la bisarca concepita per il trasporto delle vetture di lusso quali Ferrari e Maserati: tutta automatizzata che si richiude su stessa dopo averle al suo interno. Prima di congedarsi abbiamo anche incontrato i due allievi del Grado medio che stanno svolgendo la loro esperienza in ditta.
Di ritorno al Cfp, una visita ai laboratori della nuova officina e il racconto delle nostre modalità didattiche. Un semplice pranzo al self-service della casa salesiana ha concluso la mattinata.
Al momento dei saluti, la promessa di altri incontri, anche in terra iberica.
Le foto de
Walter Manzone

10 anni del settore automotive

Domenica 12 maggio dalle ore 10 alle 18 il Centro di Formazione Professionale CNOS-FAP dei salesiani di Bra festeggia i dieci anni di presenza del settore della Meccanica d’Auto nei cortile dell’Istituto in viale Rimembranza 19. La formazione Salesiana di Bra, meglio conosciuto come CFP, ha nella sua storicità che risale al 1978 corsi di formazione nel settore della macchine utensili e del montaggio metalmeccanico. Gli anni duemila hanno portato una ventata di novità prima con il settore dell’acconciatura strutturato con l’aiuto di due affermati professionisti braidesi Tonino Spagnuolo e Mario Castagnino. Il 2009 porta invece con se il percorso legato alla meccanica auto prima in integrazione con la scuola superiore e poi come percorso triennale. Dieci anni di continui  progressi prima con la realizzazione di una porzione di officina nella storica struttura in acciaio costruita dalla CMB (Costruzioni Meccaniche Braidesi) poi nella nuovissima attuale auto officina realizzata nel 2013. Una struttura unica con i suoi 1800 metri quadrati di superficie al primo piano asservita da un montacarichi per lo spostamento degli autoveicoli. Progetti di varia natura: dal TechPro2 realizzato con FCA, al Bosch Car Service, agli accordi con Magneti Marelli, BRC Gas Equipment. In ultimo la collaborazione con Rolfo Veicoli Industriali per la costruzione di un prototipo che simula in tutto e per tutto l’impiantistica di un rimorchio per il trasporto delle vetture ma in dimensioni contenute. Come poi non ricordare il progetto del corso di  Restauro di Moto d’Epoca realizzato in collaborazione con Mariano e Piero Costamagna che ha portato al restauro completo di quattro moto della ditta Itom. L’invito alla partecipazione alla giornata, che vedrà anche presenti  gli allievi del settore acconciature e quelli del settore panetteria pasticceria, è esteso agli ex allievi, alle aziende del settore ed anche a quanti vorranno festeggiare con gli allievi del CFP di Bra questo traguardo. Dalle ore 12.30 sarà possibile il parcheggio all’interno del cortile dell’Istituto Salesiano in viale Rimembranza 19. Franco Burdese

Incontri di Stili e Bellezze da URBAN

BRA Incontro di stili e di bellezze. E’ successo da URBAN il negozio di via Moffa di Lisio – che propone oggettistica e abbigliamento di classe - con il quale il settore acconciatori ha instaurato una collaborazione da alcuni anni. Anche nel pomeriggio di sabato 13 aprile, un gruppo di 4 allieve accompagnate dalle docenti Monica Calosso e Mariangela Dellaferrera, hanno accolto le clienti del negozio, alle quali hanno realizzato una piega, un’acconciatura o solamente il trucco. Un’esperienza certamente arricchente per la giovani studentesse – che si sono confrontate con persone nuove - e per la clientela che ha apprezzato il modo di lavorare le l’estro tipico della nostre acconciatrici. Valter Manzone

L’ONU al CNOS di Bra

Si è svolta martedì 26 febbraio, la visita preparatoria della commissione, composta da funzionari Onu di Torino e dalle colleghe della sede regionale Sarà Spata e Serena Donati, che aveva il compito di sondare il terreno in vista di un summit, con più partecipanti, che si svolgerà a maggio. L’incontro è servito per fare il punto sui percorsi di FP che hanno al loro interno esperienze di apprendistato. La scelta è caduta sul corso IFTS <Tecnico trasfertista> che registra la metà degli utenti in apprendistato (i rimanenti in stage). Spiega Sarà Spata: <Siamo stati contattati dal ITC-ILO, l'Agenzia di Formazione dell'Organizzazione Internazionale del Lavoro (https://www.itcilo.org/it), come sede di realizzazione di una “Visita Studio” nell'ambito del loro percorso formativo dal titolo "Promoting quality apprenticeships in enterprises" (https://www.itcilo.org/en/areas-of-expertise/skills-development-and-vocational-training/promoting-quality-apprenticeships-in-enterprises) indirizzato ai responsabili politici e consulenti tecnici dei ministeri del lavoro, dell'occupazione e di altre agenzie che operano nel settore dello sviluppo delle competenze. La visita, che si effettuerà nel mese di maggio, è finalizzata alla presentazione di un percorso formativo in apprendistato con particolare riferimento al rapporto Agenzia di formazione ed azienda/e nelle fasi di analisi dei bisogni, progettazione ed erogazione, ed a seguito dell'analisi effettuata è stato individuato il percorso IFTS del Tecnico Trasfertista>.
L'incontro è stato considerato come pre-visita rispetto alla Study Visit di maggio. Erano presenti il dott. Stefano Merante responsabile del settore "skills" del ITC ILO e un collega del ETF (https://www.etf.europa.eu/en). Dopo un ampio confronto al Cfp anche sul sistema duale, il pomeriggio è proseguito con le visite alle aziende Arol SpA di Canelli e Gai SpA di Ceresole d’Alba, coordinate da Franco Burdese.
Valter Manzone Direttore CFP Bra

I 60 anni della nostra Casa!

Al via sabato 26 gennaio, in occasione della Festa di don Bosco ai Salesiani di Bra, le iniziative per festeggiare i sessanta anni della venuta  della Congregazione Salesiana. Una cerimonia sobria ma che ha toccato tutte le componenti della coagulazione Salesiana a Bra. Da quell’8 settembre 1959 i Salesiani hanno saputo essere parte attiva e propositiva del territorio coinvolgendo ragazzi, famiglie, aziende, associazioni di categoria, istituzioni, oratoriani, benefattori e quanti hanno voluto fare parte del mondo di don Bosco. Sabato 26 gennaio tutte queste componenti erano presenti. Gli allievi premiati con la borsa di studio del Lions Bra in memoria di Italo Deriu, gli allievi frequentanti i cinque corsi con i panettieri pasticceri anche nel ruolo di produttori del rinfresco. Le istituzioni con il Sindaco Bruna Sibille ed i suoi assessori, il Capitano dei Carabinieri Di Nunzio con il  Maresciallo Cucuzza,  le tante aziende tra cui le premiate Arol, Gai, Rolfo, Europlast, Tesi Squere, Tcn e Schneider. I vertici delle associazioni di categoria a rappresentare i loro associati con Giacomo Badellino Presidente Ascom Bra, Luca Crosetto Presidente Confartigianato Cuneo, Muro Gola Presidente Confindustria Cuneo con il Direttore Giuliana Cirio, Ilio Piana Direttore Generale di Confapi Cuneo. A completare la folta rappresentanza Marco Costamagna, Presidente della Sezione Meccanica di Confindustria Cuneo, che è stato allievo dell’Istituto Tecnico Industriale San  Domenico Savio. Don Vicenzo Trotta, Direttore della Casa Salesiana di Bra, ha ricordato come il ruolo dei benefattori sia stato e sia fondamentale. Dagli archivi della Direzione dell’Istituto San Domenico Savio, don Vincenzo, ha estrapolato il racconto di don Corrado Bruno che parlava della generosità in incognito delle sorelle Aprile, con una donazione di venticinque milioni di lire consegnati in contanti al fine di non far sapere da chi provenisse quella cifra per aiutare la crescita dei Salesiani a Bra. Di spessore l’intervento in tandem di Bruna Sibille, che ha ricordato il suo trascorso come insegnante ai Salesiani per i corsi di chi doveva conseguire la terza media al fine di potere sostenere l’esame di patente di guida, e Mariano Costamagna ex allievo di Fossano ma datore di lavoro di moltissimi ex allievi della casa salesiana di Bra. A seguire sono intervenuti don Enrico Peretti, Direttore Generale Nazionale Cnosfap, che ha trattato l’importanza della formazione professionale nel tessuto sociale. Lucio Reghellin, Direttore Regionale Cnosfap che ha ringraziato il mondo aziendale per la grande partecipazione e collaborazione. Il dott. Maurizio Giraudo, responsabile area vasta della provincia di Cuneo per il Cnosfap. Molti gli ex allievi presenti e durante la consegna del riconoscimento a Sebastiano Astegiano, contitolare della  TCN di Alba per la grande collaborazione nell’ospitare giovani spagnoli nel progetto Erasmus,  si è aggiunto ad onorem anche lui. E’ stato il Presidente degli ex allievi Davide Busato a consegnare la pergamena ricordo dell’inserimento ad onorem negli ex allievi di Bra di Sebastiano Astegiano che ha avuto un padrino per eccellenza, il suo socio di sempre Pinuccio Bernocco. Sono poi state ricordate per  la grande collaborazione al corso Tecnico Trasfertista le ditte Arol, rappresentata ad Anna Penna, e Gai Macchine Imbottigliatrici rappresentata da Guglielmo Gai. La pergamena è stata consegnata dal Prof. Luca Iuliano del Politecnico di Torino e da Mario Freni Dsga del Vallauri di Fossano. Entrambe le realtà, universitaria e scolastica, collaborano col percorso Tecnico Trasfertista. Pergamena di riconoscimento è poi stata consegnata a Claudio Pacotto per avere donato una macchina per lo stampaggio della plastica. A Giuseppe Pacotto, rappresentato da Adriano Vernassa,  della Tesi Squere per la collaborazione nell’apprendistato. A  Roberto Rolfo per la collaborazione nel progetto che ha previsto la costruzione di un veicolo, grazie al loro Tecnico Giuseppe Giordano, ed all’organizzazione della formazione nel tempo libero degli studenti di Bra e Fossano curata da Antionio Ghigo, responsabile risorse umane della Rolfo spa. A chiudere la mattinata la premiazione della Schneider  Electric, che ha donato la cifra di 30 mila euro in materiali, e l’inaugurazione del nuovo laboratorio curato da Schneider  Electric per il corso tecnico Trasfertista ed assemblato con gli allievi dell’IFTS coordinato dai tecnici Gai ed Arol.  Infine quattro premi speciali ad altrettanti salesiani braidesi speciali, consegnati dall’Ispettore del Piemonte e Valle d’Aosta don Enrico Stasi. Al signor Riccardo Mano, dal 1959 educatore a Bra, attualmente a 88 anni ancora ispiratore del lavoro per i giovani. All’ex Preside dell’Istituto Tecnico don Sebastiano Bergerone, allo storico capo officina Giuseppe Cagnoli, a don Livio Greppi prete operaio e dal suo arrivo ai salesiani sacerdote presso la frazione Riva di Bra. Molta la soddisfazione degli intervenuti anche per il prelibato rinfresco preparato dagli allievi del Corso di Panetteria Pasticceria. Ed ora si organizza la mostra antologica dei sessanta anni di salesiani a Bra presso la Novella. Franco Burdese

A BRA la CONSEGNA DEGLI ATTESTATI dei QUALIFICATI E DIPLOMATI della FORMAZIONE PROFESSIONALE SALESIANA.

Galleria

Questa galleria contiene 1 foto.

BRA Si svolgerà nel pomeriggio di lunedì 4 febbraio – a partire dalle 16,30 al Centro polifunzionale Giovanni Arpino di largo della Resistenza 45 a Bra – la consegna degli attestati di qualifica e dei diplomi ai giovani della formazione … Continua a leggere