CONVEGNO GAI DIGITALIZZAZIONE

Alla Gai Macchine Imbottigliatici di Ceresole d’Alba si progetta il futuro in collaborazione con l’Associazione Cnsofap, la formazione dei salesiani in Italia, e Schneider Electric. Si è svolto giovedì 16 maggio l’incontro, primo di una serie sino al 2020, sul tema “ La trasformazione digitale in Italia: stato dell’arte, benefici per le PMI, nuove competenze. Condivisione di esperienze concrete di digitalizzazione e nuovi percorsi formativi”. A salutare le molte aziende è intervenuto l’Ad della Gai, Guglielmo Gai, che ha ricordato l’esperienza di successo del percorso formativo tecnico trasfertista. “ Come abbiamo fatto per la formazione- ha affermato Guglielmo Gai- dei trasfertisti che non trovavamo, così siamo indirizzati a fare per le figure nel mondo della digitalizzazione”. Mariano Costamagna, Vice Presidente Confindustria Cuneo,  ha portato i saluti del Presidente  Mauro Gola e ha ricordato quanto sia fondamentale in un’era di grandi cambiamenti tecnologici anticipare le esigenze, in particolare quelle formative. Tra gli intervenuti molti imprenditori ex allievi dell’Istituto Salesiano di Bra, che si prepara a celebrare i 60 anni, da Giuseppe Bernocco del Gruppo TCN, a Giuseppe Pacotto della Tesi, Gianfranco Testa di Elcat, Claudio Pacotto di Europlst, Fabrizio Lerda di Omler 2000, a Riccardo Testa di Arpa Industriale. A moderare gli interventi l’ing. Alessia Varalda, di Elettrico Magazine sul tema “Opportunità ed esperienze concrete di digitalizzazione”. E’ toccato a Guglielmo Gai dare il via al lavori con l’intervento su “ Le opportunità della trasformazione digitale: il caso Gai “, dove ha raccontato le motivazioni che hanno spinto la loro azienda ad impegnarsi nel mondo della digitalizzazione passando per Impresa 4.0 Mariangela Acquafredda e Paolo Buonsanti di Schneider Electric hanno presentato il tema “Settori di mercato e trasformazione digitale: trend e benefici, mentre Danilo Ponzio ha proposto la ricerca svolta sul territorio cuneese e canellese: “Il territorio e la digitalizzazione locale”. Di particolare interesse l’intervento di Alberto Masoero di Bottero Spa che  ha sintetizzato “Il bisogno di cambiamento del sistema produttivo “. La seconda parte dell’incontro ha trattato i “ Bisogni formativi e nuove competenze per la digital transformation”. Ivana Morando responsabile dell’alta formazione della Regione Piemonte dal suo osservatorio privilegiato ha trattato “L’evoluzione di professioni e mestieri nelle PMI". E’ poi toccato a Don Pietro Mellano Direttore Nazionale CNOS-FAP proporre il punto di vista delle formazione salesiana con l’intervento “ Da don Bosco a Industria 4.0: l’approccio formativo salesiano.” La chiusura degli interventi ha visto Laura Bruni di Schneider Electric Spa raccontare l’impegno polivalente di Schneider Electric per l’innovazione e la formazione. E’ poi stato raccontato ai tanti imprenditori presenti in sala il percorso tecnico trasfertista che in due anni dal 2017 al 2019 ha formato quasi cinquanta giovani, quasi tutti si sono inseriti in primarie aziende che fanno del piazzamento delle loro macchine nel mondo una quotidianità. Prossimo appuntamento per il gruppo di imprenditori il proseguo del lavori che si svolgerà il 2 luglio nella sede di Schneider Electric a Stezzano. Al termine dei lavori il Presidente di Gai Macchine, Carlo Gai ha guidato il tour della visita in azienda raccontando la trasformazione della Gai che oggi conta quasi 250 addetti. Franco Burdese

Under 15 di Calcio a 5 per i CFP Cuneesi

BRA Una mattinata di calcio e di socializzazione. Il quadrangolare under 15 che ha coinvolto le squadre di calcio a 5 dei Cfp di Bra, Fossano, Saluzzo e Savigliano, ha coniugato sport e allegria. In perfetta sintonia con il progetto educativo salesiano, cui ci ispiriamo. Organizzato dai colleghi Fabrizio Venere e Nanni Spadafora, si è svolto al campo sintetico di via Fratelli Rosselli, prenotato dal collega Burdese. Dopo un saluto da parte dello scrivente, le prime due squadre - con le loro belle divise - hanno avviato la sfida. In campo; ad arbitrare, oltre ai formatori che accompagnavano i ragazzi, anche Marco Mattis (3B) che - coordinato dal formatore Fabrizio Venere di Bra - ha messo in campo le sue competenze arbitrali. A fare il tifo anche il direttore di area Maurizio Giraudo e il collega don Lele (Cfp di Saluzzo-Savigliano). Al termine delle gare, la premiazione degli atleti affidata a don Vincenzo Trotta, e uno spuntino preparato dai nostri allievi del corso di panetteria/pasticceria/pizzeria.
Classifica:
1^ posto: Fossano
2^posto: Saluzzo
3^ posto: Savigliano
4* posto: Bra
Valter Manzone

ERASMUS+: da Rolfo nel braidese con la delegazione dei Salesiani di Huelva

Mentre stanno procedendo bene, con soddisfazione degli allievi, i due progetti di mobilità <Erasmus plus> organizzati dalla scuola salesiana Loyola di Aranjuez (Madrid), nella mattinata di venerdì 3 maggio il Cfp braidese ha accolto la delegazione di 5 professori della scuola salesiana di Huelva in Andalusia, accompagnati dal collega Nino Gentile, responsabile comunicazione e settori professionali del CNOS-FAP Piemonte.
In tour nel Piemonte salesiano per conoscere la formazione professionale e poterla confrontare con la propria, la delegazione è stata accompagnata dallo scrivente e dalla collega Ana Marta di Aranjuez, in visita alla ditta Rolfo Spa di corso IV novembre.
Splendidamente accolti da un funzionario ed ex allievo salesiano, abbiamo avuto la possibilità di visitare lo stabilimento seguendo la produzione delle bisarche, particolare rimorchio in grado di trasportare altri veicoli. Molto interessante poter vedere tutta la linea produttiva. E anche lo "scrigno" ossia la bisarca concepita per il trasporto delle vetture di lusso quali Ferrari e Maserati: tutta automatizzata che si richiude su stessa dopo averle al suo interno. Prima di congedarsi abbiamo anche incontrato i due allievi del Grado medio che stanno svolgendo la loro esperienza in ditta.
Di ritorno al Cfp, una visita ai laboratori della nuova officina e il racconto delle nostre modalità didattiche. Un semplice pranzo al self-service della casa salesiana ha concluso la mattinata.
Al momento dei saluti, la promessa di altri incontri, anche in terra iberica.
Le foto de
Walter Manzone

10 anni del settore automotive

Domenica 12 maggio dalle ore 10 alle 18 il Centro di Formazione Professionale CNOS-FAP dei salesiani di Bra festeggia i dieci anni di presenza del settore della Meccanica d’Auto nei cortile dell’Istituto in viale Rimembranza 19. La formazione Salesiana di Bra, meglio conosciuto come CFP, ha nella sua storicità che risale al 1978 corsi di formazione nel settore della macchine utensili e del montaggio metalmeccanico. Gli anni duemila hanno portato una ventata di novità prima con il settore dell’acconciatura strutturato con l’aiuto di due affermati professionisti braidesi Tonino Spagnuolo e Mario Castagnino. Il 2009 porta invece con se il percorso legato alla meccanica auto prima in integrazione con la scuola superiore e poi come percorso triennale. Dieci anni di continui  progressi prima con la realizzazione di una porzione di officina nella storica struttura in acciaio costruita dalla CMB (Costruzioni Meccaniche Braidesi) poi nella nuovissima attuale auto officina realizzata nel 2013. Una struttura unica con i suoi 1800 metri quadrati di superficie al primo piano asservita da un montacarichi per lo spostamento degli autoveicoli. Progetti di varia natura: dal TechPro2 realizzato con FCA, al Bosch Car Service, agli accordi con Magneti Marelli, BRC Gas Equipment. In ultimo la collaborazione con Rolfo Veicoli Industriali per la costruzione di un prototipo che simula in tutto e per tutto l’impiantistica di un rimorchio per il trasporto delle vetture ma in dimensioni contenute. Come poi non ricordare il progetto del corso di  Restauro di Moto d’Epoca realizzato in collaborazione con Mariano e Piero Costamagna che ha portato al restauro completo di quattro moto della ditta Itom. L’invito alla partecipazione alla giornata, che vedrà anche presenti  gli allievi del settore acconciature e quelli del settore panetteria pasticceria, è esteso agli ex allievi, alle aziende del settore ed anche a quanti vorranno festeggiare con gli allievi del CFP di Bra questo traguardo. Dalle ore 12.30 sarà possibile il parcheggio all’interno del cortile dell’Istituto Salesiano in viale Rimembranza 19. Franco Burdese

Incontri di Stili e Bellezze da URBAN

BRA Incontro di stili e di bellezze. E’ successo da URBAN il negozio di via Moffa di Lisio – che propone oggettistica e abbigliamento di classe - con il quale il settore acconciatori ha instaurato una collaborazione da alcuni anni. Anche nel pomeriggio di sabato 13 aprile, un gruppo di 4 allieve accompagnate dalle docenti Monica Calosso e Mariangela Dellaferrera, hanno accolto le clienti del negozio, alle quali hanno realizzato una piega, un’acconciatura o solamente il trucco. Un’esperienza certamente arricchente per la giovani studentesse – che si sono confrontate con persone nuove - e per la clientela che ha apprezzato il modo di lavorare le l’estro tipico della nostre acconciatrici. Valter Manzone

In partenza per Aranjuez

C’era allegria, un po’ di trepidazione e qualche ansia - sabato 2 marzo - nel cortile del Cfp. Alle 7,30 i 14 allievi/e selezionati per il progetto Erasmus plus, coordinato dall’Agenzia Apro formazione di Alba, erano ansiosi di iniziare la loro avventura. Che li porta per un mese nella bellissima cittadina di Aranjuez (MADRID) a svolgere il loro stage in un contesto europeo. Accompagnati da Fabio Tripaldi (referente progetti europei) e da Maurizio Botta (referente apprendistato) i 14 studenti, salutati dal direttore dell’opera don Vincenzo Trotta, dal coordinatore del Cfp Davide Busato e dallo scrivente, hanno preso posto in bus per raggiungere l’aeroporto di Linate. Alle 12 avevano il volo per Madrid e poi verso Aranjuez...buon viaggio a tutti e buona esperienza di transnazionalità!
Valter Manzone Direttore CFP Bra