Partita la fase di selezione per il tecnico trasfertista.

E’ partita sabato 21 ottobre la fase di selezione per la definizione del gruppo classe che parteciperà al corso di formazione regionale di Tecnico Trasfertista.

Settanta le candidature e quaranta gli ammessi alla selezione che si è svolta a Bra presso l’Istituto Salesiano sede dell’Associazione Cnosfap capofila del progetto. Dalla selezione dei quaranta candidati si giungerà alla formazione del gruppo classe che prevederà probabilmente 27 allievi. Forte la motivazione sia dei partecipanti sia delle aziende che hanno collaborato in maniera sinergica nella progettazione del percorso. Un grande lavoro di preselezione è stato svolto dalle quattro aziende che costituiscono l’ATS( Associazione Temporanea di Scopo) che gestirà il progetto. Gai Macchine Enologiche di Ceresole, Arol di Canelli, Bianco di Alba e Omler 2000 di Bra, sono le aziende che hanno fatto la differenza nella riuscita del progetto. In settimana si tireranno le fila sia del test di selezione sia del colloquio motivazionale per essere pronti prevedibilmente il 6 novembre ad iniziare questa sfida certamente avvincente per le aziende, il Cnosfap Bra, l’Itis Vallauri, il Politecnico di Torino e gli allievi che vi parteciperanno.

Franco Burdese

Tecnico trasfertista

Ecco cosa scrive di noi la Stampa di Cuneo:

2017-10-22-101047_La-Stampa-Cuneo_Bisogna-viaggiare-oggi-il-lavoro-non-pu-essere-vicino-a-casa

 

I nostri Pasticceri al Peperò

CARMAGNOLA  L’apericena della serata inaugurale della sagra “Pepero'” del peperone di Carmagnola, che si è svolta venerdì 1 settembre, ha consacrato la bravura del nostro,collega formatore Giacomo Raffreddato e di una decina di futuri allievi del terzo anno del percorso “Operatore agroalimentare: panetteria, pasticceria e pizzeria”. I giovani, anche se ancora in vacanza, si sono volentieri prestati a servire calici di vini e aperitivi e miriadi di stuzzichini, alle tantissime personalità intervenute, tra le quali anche il vice ministro dell’Agricoltura Andrea Olivero.

v.m.

Parte il corso per il campionato tornitori/fresatori

E’ partito presso le officine del Centro di Formazione Cnosfap dei salesiani di Bra il  corso di formazione ​propedeutico al Campionato tornitori/freastori a controllo numerico  2017 commissionato da Randstad.

IMG_4977

​Randstad, leader nei servizi in somministrazione e prezioso collaboratore dei salesiani ed in particolare di Cnosfap, ha commissionato il corso al CFP di Bra  per preparare dei tecnici che competeranno come  tornitori/fresatori di ogni provincia che si sfideranno in un esercizio di programmazione sul simulatore CNC di Siemens.

​Preventivamente a ciascuna tappa del campionato è previsto un corso di formazione di 160 ore, totalmente gratuito per i partecipanti grazie al finanziamento del fondo Forma.Temp, volto a fornire loro le conoscenze teoriche e pratiche necessarie a partecipare alla competizione.

La formazione, fornita dai tecnici del Cnosfap Bra dotati di grandi competenze del settore programmazione CNC, prevede un totale di 84 ore teoriche  abbinate ad un percorso di laboratorio di pratica per 76 ore.

Le date di realizzazione saranno dal 18 settembre al 13 ottobre e gli utenti si sono detti particolarmente motivati esprimendo un significativo gradimento della struttura dei salesiani messa a disposizione per il corso Randstad.

Anche da queste collaborazioni tra competenza nei servizi al lavoro di Randstad e capacità tecniche di elevato livello di Cnosfap, transita il passaggio di competenze sempre più difficili da reperire.

Franco Burdese

TECNICO TRASFERTISTA SI CERCANO 25 ALLIEVI

1_DSC_0024

Saranno i primi giorni di settembre a stabilire la graduatoria, stilata dalla Regione Piemonte,  dei percorsi IFTS dove è inserito il percorso di Tecnico Trasfertista progettato da CNOS FAP Piemonte sede di Bra, ITIS Vallauri e Politecnico di Torino. Vista la difficoltà di reperire figure tecniche da inserire nel proprio organico parte da quattro aziende del cuneese ed astigiano la realizzazione di un corso di formazione per preparare addetti dedicati alle trasferte in tutto il mondo nell’avviamento e manutenzione di macchinari legati all’automazione industriale. La Gai di Ceresole d’Alba, costruttrice di macchine imbottigliatrici, l’Arol di Canelli, specializzata nella progettazione e produzione di sistemi di chiusura e capsulatura, la Bianco di Alba, leader nel settore dei macchinari tessili e l’Omler 2000 di Bra che produce attrezzature per il settore delle fonderie, si costituiranno  in ATS( associazione temporanea di scopo) nel caso il corso risultasse ammesso al finanziamento del bando regionale legato alla formazione. “Abbiamo chiesto – commenta l’ing. Guglielmo Gai amministratore delegato della Gai – ai salesiani di Bra di aiutarci ad inventare un percorso formativo che non esiste attualmente. La nostra difficoltà nel reperire tecnici trasfertisti è divenuta cronica. Nessuno attualmente è stato in grado di aiutarci ad individuare figure adeguate per dedicarle alle trasferte che ci vedono impiantare le nostre macchine in tutto il mondo.” Ed allora si è costituita una cordata che comprende l’Associazione Cnosfap, il Politecnico di Torino, l’ITIS Vallauri che farà da tramite con gli altri istituti che verranno coinvolti nelle province di Cuneo, Asti, Alessandria e Torino e le quattro aziende citate. “Obiettivo – segnala il Direttore del CFP di Bra Valter Manzone- è reperire 25 utenti che partecipino a questo corso di formazione specifico. Si è intercettato un bando IFTS (Istruzione e Formazione Tecnica Superiore) della Regione Piemonte a cui la nostra cordata ha partecipato cercando di aggiudicarsi il corso di formazione. Siamo in attesa nelle prime settimane di settembre dei risultati della valutazione.”

DSC_0036

“Cerchiamo – prosegue l’ing. Gai – giovani motivati, che in parte siamo disposti ad assumere come apprendisti, segnalando che la futura proposta di lavoro è allettante, dinamica, coinvolgente, e economicamente vantaggiosa. Se è vero che la disoccupazione giovanile è un problema di questi anni mi auguro che potremo trovare un adeguato numero di candidati. Cerchiamo diplomati, laureati che non abbiano il timore di essere degli operativi, giovani in possesso di diploma che vogliano migliorare la propria posizione di lavoro.” Per ottobre 2017 è previsto l’avvio del corso, sempre se sarà giudicato idoneo e vincente nella graduatoria regionale. “Nutriamo – conferma Anna Maria Penna responsabile delle risorse umane di Arol Canelli – grande speranza in questa proposta. Mi auguro che gli Istituti tecnici Industriali delle province di Cuneo, Asti, Tornio ed Alessandria sostengano questa proposta e ci aiutino nell’individuare validi candidati. Spero poi che anche dal Politecnico giunga una risposta quale merita questo sforzo che anche noi aziende stiamo facendo. Non tralasceremo nessun tentativo nel portare a termine questa nostra motivata scelta di metterci in gioco in prima persona nel mondo della formazione, anche se dovessimo cercare candidati provenienti da regioni quali quelle del sud dove la disoccupazione è più marcata.” Oltre alla fase progettuale tutti i soggetti coinvolti si stanno attivando per comunicare questa importante proposta formativa anche con soggetti dedicati nella ricerca attiva di personale quali sono le agenzie interinali. “E’ una scommessa che vogliamo vincere- spiega Valter Manzone- con un corso snello di 800 ore di cui 400 di formazione e 400 in alternanza o apprendistato. Le tecnologie legate all’automazione, alla meccanica, all’elettronica, oltre ad un centinaio di ore di inglese, saranno la base del nostro sforzo formativo. Mi sento di dire che con la partecipazione dell’aziende questo è un corso gratuito di altissima qualità”. Le aziende cha hanno aderito al progetto sono una ventina tutte disponibili ad ospitare i partecipanti al corso nella fase di alternanza. “Non possiamo perdere questo appuntamento – commenta Giuseppe Bernocco di TCN Group – ne va del nostro sviluppo futuro. È prioritario per il sistema produttivo di cui facciamo parte che il corso di Tecnico Trasfertista parta e che raggiunga un numero di almeno 25 allievi motivati e pronti a dedicarsi a questa sfida che li vedrà pionieri in un mondo tecnologicamente ed umanamente veramente di alto profilo.”

Per informazioni sul corso è possibile contattare il numero telefonico 3801594117 oppure rivolgersi all’Istituto Salesiano di Bra in viale Rimembranze 19.

Franco Burdese

 

2017-08-29-110801_Gazzetta-dAlba_Quattro-aziende-preparano-tecnici-da-inviare-allestero

A3_corso IFTS_esecutivo_2

2017-08-29-120806_Bra-Oggi_Formazione-di-qualit

 

Alba chiama Bra: cercasi ragazzi per la manutenzione dei macchinari

Si riporta l’articolo apparso sul quotidiano “Gazzetta di Alba” del 6 giugno 2017, che rileva una specifica carenza di trasfertisti specializzati nella manutenzione dei macchinari e una conseguente offerta concreta di lavoro.

Quattro aziende del settore meccanico, Gai di Ceresole d’Alba, costruttrice di macchine imbottigliatrici; l’Arol di Canelli, specializzata nella progettazione e produzione di sistemi di chiusura e capsulatura; Bianco di Alba, leader nel settore dei macchinari tessili, e Omler 2000 di Bra che produce attrezzature per il settore delle fonderie si associano per partecipare a un bando regionale legato alla formazione e puntano a istruire tecnici specializzati nell’avviamento e manutenzione dei macchinari da inviare nel mondo.
«Abbiamo chiesto ai Salesiani di Bra di aiutarci a istituire un percorso formativo che non esiste attualmente», spiega Guglielmo Gai. «La difficoltà nel reperire tecnici trasfertisti è divenuta cronica. L’affidabilità dei Salesiani, oltre il 40% dei nostri dipendenti proviene dal Cfp di Bra, ci fa ben sperare e crediamo molto in questo progetto». La cordata comprenderà anche il Politecnico di Torino e l’Itis di Fossano. «L’obiettivo è reperire 25 utenti che partecipino a un corso di formazione specifico», segnala il direttore del Cfp di Bra Valter Manzone. Con l’ok della Regione il corso potrebbe partire a ottobre. «Cerchiamo giovani motivati per una proposta di lavoro allettante», prosegue Gai. «Se è vero che la disoccupazione giovanile è un problema mi auguro che potremo trovare tanti candidati. Cerchiamo diplomati, laureati che non abbiano il timore di essere degli operativi, giovani che vogliano migliorare la propria posizione». f.b.

albachiamabra-06062017

Polizia stardale e servizi al lavoro per i ragazzi di terza.

Immagine

IMG_0489 IMG_0490 IMG_0491Mattinata molto interessante quella di venerdì 19 maggio, al Centromdimformazione professionale braidese. Dopo le informazioni del <Sal Day> i giovani della nostra 4 terze hanno potuto ascoltare la brillante ispettrice della Polizia stradale di Cuneo Anna Drai che, coadiuvata dal collega Fabrizio Rovere, ha raccontato tutte le possibili cause degli incidenti stradali che troppo spesso coinvolgono i giovani (specialmente nella fascia notturna dalle 2 alle 6) invitando, in molte occasioni, ad essere persone capaci di prevenire la possibilità di avere o causare un incidente. Interessanti i video trasmessi e le slide con significative informazioni, buone per creare una cultura nuova della sicurezza. L’incontro è stato organizzato grazie alla Confartigianato Cn (Andrea Viara) e all’associazione dei meccanici auto, rappresentata dal braidese Paolo Campigotto che ha presenziato alla mattinata. Mattinata che ha anche <fruttato> due interessanti cartelloni, offerti da Confartigianato, con le 10 regole d’oro per la sicurezza stradale.

Valter Manzone

Corso di Comunicazione e Accoglienza

Immagine

Martedì 16 mattina, i ragazzi delle classi 2^ C, 3^ C, 3^ D e 4^ C hanno seguito una lezione dedicata alla “Comunicazione e accoglienza ” diretta dal Sig. Dario Di Benedetto scrittore e acconciatore professionista nell’ambito del settore benessere acconciatori.
Tutti i ragazzi ringraziano vivamente il relatore per il tempo a loro dedicato e ai preziosi consigli forniti durante l’incontro.

image2 image1 image3

CONCORSO NAZIONALE DEL SETTORE MECCANICO INDUSTRIALE ALLA DITTA GAI

CONCORSO NAZIONALE DEL SETTORE MECCANICO INDUSTRIALE ALLA DITTA GAI

Una azienda moderna e lungimirante si è dimostrata la Gai Macchine Imbottigliatrici di Ceresole d’Alba che ha ospitato l’Undicesimo Concorso Nazionale del settore meccanico industriale degli allievi del CNOS FAP dei salesiani. Nella giornata di giovedì 11 maggio gli allievi dei CFP di Forlì, Torino Agnelli, Torino Rebaudengo, Vercelli, Vigliano Biellese, San Donà di Piave, San Benigno Canavese, Verona, Sesto San Giovanni, Milano, Mestre, Udine, Roma Gerini, Alessandria, Roma Borgo Don Bosco, Arese, Bardolino, Dronero, Fossano, Este, Bra, hanno avuto l’occasione di vivere una intensa mattinata montando il complessivo che dovevano realizzare presso la Gai Macchine. “ Una esperienza bellissima- commenta il Direttore del CFP di Bra Valter Manzone- per cui dobbiamo ringraziare la famiglia Gai. E’ stata la prima volta in 11 anni che siamo stati in una azienda coi nostri ragazzi a costruire l’elaborato. Bellissima iniziativa per cui ringrazio chi ha organizzato l’evento. Un particolare ringraziamento poi a chi nel nostro CFP di Bra ha saputo instaurare e coltivare un legame così simbiotico per la formazione quale quello consolidatosi con Gai macchine.” Molta soddisfazione è poi giunta dal Presidente Carlo Gai che ha salutato gli allievi al contempo concorrenti del Concorso Nazionale del settore meccanico industriale ed accompagnato la commissione esaminatrice nella visita ad uno stabilimento d’eccezione quale quello di Ceresole. Medesimo sentimento per l’Amministratore Delegato Guglielmo Gai che con il loro responsabile di produzione, ed ex allievo del CFP di Bra, ha organizzato questa splendida giornata collaborando nella progettazione del capolavoro.

Franco Burdese

CONCORSO NAZIONALE A BRA

Saranno 22 allievi dei CFP Salesiani, che si confronteranno dall’8 al 12 maggio a Bra,  provenienti da molte regioni d’Italia a rappresentare il proprio Centro di Formazione all’undicesimo Concorso Nazionale dei Capolavori del settore meccanico, forse il più datato nella storia delle scuola salesiana.

Gli allievi candidati per il concorso nazionale giungeranno lunedi 8 maggio dai CFP di Forlì, Torino Agnelli, Torino Rebaudengo,Vercelli, Vigliano Biellese, San Donà di Piave, San Benigno Canavese, Verona, Sesto San Giovanni, Milano, Mestre, Udine, Roma Gerini, Alessandria, Roma Borgo Don Bosco, Arese, Bardolino, Dronero, Fossano, Este, oltre naturalmente ai padroni di casa di Bra. La Federazione nazionale “CNOS-FAP” – Centro Nazionale Opere Salesiane / Formazione Aggiornamento Professionale – è un’Associazione non riconosciuta, costituita il 9 dicembre 1977, che coordina i Salesiani d’Italia impegnati a promuovere un servizio di pubblico interesse nel campo dell’Orientamento, della Formazione e dell’Aggiornamento professionale con lo stile educativo di don Bosco. La Federazione CNOS-FAP è presente con 16 Delegazioni regionali che concorrono, nei rispettivi ambiti territoriali, ad assicurare alla Federazione nazionale la promozione della proposta formativa, il coordinamento delle attività formative, il collegamento associativo e la rappresentanza sociale. Tali Delegazioni operano attraverso 64 sedi, denominate Centri di Formazione Professionale (CFP), e che corrispondono alle regioni interessate. Il “Concorso Nazionale dei Capolavori dei Settori Professionali” è un’iniziativa che si propone almeno tre obiettivi principali: stimolare gli allievi dei CFP a misurarsi su una prova, elaborata di intesa con le imprese del settore, che rispecchia le competenze che l’allievo deve raggiungere al termine del percorso formativo; promuovere il miglioramento continuo del settore e del singolo CFP della Federazione CNOS-FAP, soprattutto dal punto di vista tecnologico e della cultura d’impresa; approfondire e consolidare il rapporto con il mondo della imprese del settore. La novità, forse assoluta per questo settore, sarà il montaggio e la correzione del capolavoro eseguito dagli allievi che si effettuerà nella giornata di giovedi 11 maggio presso la Gai Macchine Imbottigliatrici di Ceresole d’Alba. Nelle altre giornate i ragazzi verranno ospitati e si cimenteranno nella prova presso il CFP di Bra. Variegata l’esperienza che i 22 giovani faranno a Bra durante il loro concorso nazionale. Dal saluto del Sindaco Bruna Sibille, in comune a Bra la sera dell’8 maggio; alla visita alla Rolfo Veicoli Industriali il 9 maggio; all’inocntro presso la Bianco di Alba di un ex allievo di Bra, Giuseppe Bernocco, con la visita agli stabiliemnti che ad Alba ospitano una realtà imprenditoriale importante che fa capo alla TCN Group di cui Giuseppe Bernocco e Sebastiano Asteggiano sono gli artefici imprenditorali di questa sfida metalmeccanica e non solo. Ciliegina sulla torna per i ragazzi, grazie alla collaborazione con Ranstad, la visita prevista allo Juventus Stadium per giovedì 11 maggio che sarà anticipata dalla sosta presso la Basilica di Maria Ausiliatrice di Torino per un saluto ed una preghiera al Santo Fondatore. Sponsor dell’iniziativa: DMG Mori, Elesa, Meusburgher, Sandvik, Istituto Italiano della Saldatura, Randstad, Heidenhaim, Simens, Eni, e nautralmente la Gai Azienda ospitante parte del Concorso. Hanno patrocinato l’iniziativa la Regione Piemonte, la Provincia di Cuneo, il Comune di Bra, le ditte Rolfo, TCN Grup, Omler 2000, oltre al contributo di Confartigianato Cuneo e Confindustria Cuneo. “ Siamo pronti – ha commentato il Direttore dell’opera Salesiana di Bra don Vincenzo Trotta – ad ospitare questi giovani provenienti da tutta italia. Nello spitiro cristiano e salesiano cercehermo di rendere l’esperienza del concorso  nazionale ricca di valori, di amicizia, solidarieà nell’ispirazione del nostro Fondatore don Bosco.”

Franco Burdese

La Federazione nazionale “CNOS-FAP” che presenta il concorso nazionale meccanico è un’Associazione non riconosciuta, costituita il 9 dicembre 1977, che coordina i Salesiani d’Italia impegnati a promuovere un servizio di pubblico interesse nel campo dell’Orientamento, della Formazione e dell’Aggiornamento professionale con lo stile educativo di don Bosco.