Fondazione ITS Agroalimentare Piemonte

Testa_programmaAgroAlimentare

L’impegno dà i suoi frutti!
Iscriviti al nostro corso GRATUITO (finanziato da Regione Piemonte e MIUR) per tecnico di produzione e trasformazione ortofrutticola (sede Brà) – iscrizioni aperte per le selezioni vai sul sito www.its-agroalimentarepiemonte.it

14183883_676192889196064_5388060267239373934_n

Affidati ai nostri corsi altamente qualificati con docenti del mondo dell’università e dell’impresa, interamente finanziati e gratuiti. Ottime possibilità d’impiego al termine del percorso. POCHI POSTI DISPONIBILI….termine candidature il 3 ottobre! Affrettati e Vola sulla nostra pagina Facebook: https://goo.gl/thPYu9

14333652_680315025450517_3973036791107064284_n

Il corso I.T.S., che il CNOS-Fap di Bra propone, è un corso biennale, finanziato dalla Regione Piemonte, orientato agli utenti in possesso di diploma di maturità, interessati a formarsi come Tecnico di produzione e trasformazione ortofrutticola.

Visita la pagina: http://bra.cnosfap.net/corso-i-t-s-agroalimentare-piemonte/

LA BENEFICENZA VIAGGIA FINO IN MONGOLIA- PRONTI AL VIA

LA BENEFICENZA VIAGGIA FINO IN MONGOLIA-

Tutto è pronto per il progetto di solidarietà che coinvolge l’associazione Phigamma con i centri di Formazione dei Salesiani Consfap di Bra e Fossano. L’Opel Vivaro curato nelle sua manutenzione ordinaria dagli allievi del CFP di Bra e per le scritte da quelli del Cnosfap di Fossano è pronto al via. “ Ringrazio chi con passione- ha commentato Riccardo Garella- ci ha aiutato senza alcuna spesa ad effettuare la preparazione del mezzo che porteremo mercoledì 6 luglio al Parlamento Europeo per presentare il progetto. I ragazzi del CFP dei Salesiani di Bra e Fossano sono stati fantastici. Ricordo che siamo un gruppo di amici che ha deciso di mettersi in gioco per poter raccontare una storia particolare: quella di un viaggio in macchina fino in Mongolia, attraverso montagne, laghi e steppe desolate, tutto questo per beneficenza. La collaborazione con i ragazzi del CFP dei Salesiani è certamente stato un valore aggiunto che ha dato ancor più significato alla nostra esperienza.” Il Mongolia Charity Rally 2016 non una vera e propria corsa: le squadre partecipanti si impegnano piuttosto ad acquistare ed allestire alcuni veicoli, per poi guidarli da Bruxelles a Ulan Bator attraversando tutta l’Asia Centrale. Una volta giunti nella capitale Mongola i veicoli, tramite un’associazione benefica, verranno donati direttamente alle popolazioni locali, o utilizzati per portare a termine vari progetti umanitari. Questo è il progetto che il gruppo capitanato da Riccardo Garella presenterà alla Commissione Handicap dell’UE mercoledì 6 luglio, prima di partire per l’esaltante viaggio che porterà con loro un “ pezzo simbolico” del Cnosfap di Bra e Fossano. “ Siamo veramente contenti- commentano i diretori dei rispettivi CFp Valter manzone e Maurizio Giraudo- per il lavoro svolto dai nostri allievi. Questa è anche una parte importante per la loro formazione umana e sociale. “ Le incognite che dovranno affrontare gli uomini dell’equipaggio sono molte: davanti a loro si apre un percorso di 14.000 km, attraverso dieci stati e due continenti. L’Anello d’Oro della Russia Imperiale, le grandi città carovaniere di Samarcanda e Buchara, e un angolo del Turkmenistan a buon diritto noto come la Porta dell’Inferno sono solo alcune delle tappe della lunga strada verso Ulan Bator. Si tratta di un viaggio affascinante quanto impegnativo, ispirato dalla volontà di mettersi in gioco in prima persona per una causa importante. Bella quindi la sfida anche per gli allievi della formazione professionale che hanno dato il massimo per un progetto veramente a misura di giovane. Un ringraziamento va in particolare alla ditta Mondialcar di Bra, che ha fornito tutto il materiale necessario per la manutenzione, ed alla Rolfo Veicoli Industriali che si è occupata col loro tecnico Danilo Gamba delle scritte e dei materiali necessari alla protezione del mezzo nei passaggi desertici. La partenza è fissata il 9 luglio da Bruxelles. Chiunque voglia avere una visione più completa di questa avventura, o supportare questa bellissima causa, può visitare il loro sito www.phigamma.org, o contattarli direttamente all’indirizzo info@phigamma.org

​​​​​​​Franco Burdese

I SALESIANI E I 70 ANNI DELLA DITTA GAI DI CERESOLE

La Formazione professionale salesiana incassa un attestato di stima di grande spessore durante le celebrazioni dei settanta anni di nascita della ditta Gai di Ceresole d’Alba. E’ stato infatti l’ing. Carlo Gai a ricordare che per essere sui collaboratori la frequenza della scuola salesiana di Bra è un titolo di merito. Dinnanzi al Presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino, dell’europarlamentare Alberto Cirio, del Presidente della Camera di Commercio Ferruccio Dardanello, del sindaco di Ceresole e dei tanti sindaci ed autorità presenti, l’ing. Gai ha assegnato un attestato di stima ai salesiani di grande affetto e riconoscenza “. L’educazione che viene offerta dai Salesiani agli allievi di Bra – ha commentato nel suo discorso Carlo Gai- fa si che i nostri collaboratori, oltre ad essere dei bravi tecnici, siano delle persone di comprovata propensione morale. Sono poi contento che anche i miei figli Guglielmo e Giovanni abbiano compreso quanto sia importante assumere dei giovani che sono stati educati dal Cnosfap di Bra. Sono contento di potere affermare che i salesiani di Bra sono il nostro ufficio di collocamento privilegiato.” Come citava don Bosco buoni Cristiani ed onesti cittadini. Lo ha segnalato anche l’europarlamentare Alberto Cirio. “ Dove altre aziende delocalizzano – ha ricordato Alberto Cirio- la Gai di Ceresole punta sui giovani cresciti in provincia di Cuneo, possibilmente di estrazione rurale, e che abbiano frequentato i Salesiani. Ecco il segreto del successo della Gai che voglio paragonare a quello della sorella maggiore la Ferrero di Alba. Qui si punta al pratico, a giovani dei nostri territori che abbiano acquisito una formazione umana e cristiana.”. Grande soddisfazione è giunta dal direttore della casa salesiana di Bra don Vincenzo Trotta che ha ringraziato la famiglia gai per la stima e la collaborazione. Don Trotta ha ricordato come don Bosco, imparando tanti mestieri che ha poi trasmesso ai suoi giovani, faceva del senso pratico e dell’educazione dei suoi allievi un vanto. Don Bosco imprenditore, capace di acquistare le migliori tecnologie del tempo, don Bosco che si attorniava dei migliori insegnanti, come le aziende scelgono gli allievi della formazione professionale del Cnosfap, il centro nazionale opera salesiane per la formazione e l’aggiornamento professionale. Durante le celebrazioni del settantesimo di nascita delle Gai è stato posto all’ingresso delle officine un quadro raffigurante don Bosco il Santo dei Giovani.

​​​​​​​​Franco Burdeseimage

PRIMO TASSELLI PER IL MONGOLIA CHARITY RALLY PER IL CNOSFAP DI BRA E FOSSANO

BRA

 PRIMO TASSELLI PER IL MONGOLIA CHARITY RALLY PER IL CNOSFAP DI BRA E FOSSANO

Gli allievi del CFP dei Salesiani di Bra prendono in consegna il mezzo che parteciperà al  Mongolia Charity Rally 2016. Primo tassello per la partecipazione dei ragazzi della meccanica auto del Cnosfap che saranno chiamati a personalizzare l’Opel Vivaro capitanato da Riccardo Garella. Toccherà agli allievi dei CFP di Bra, per la parte meccanica e di manutenzione veicoli, e di Fossano per la carrozzeria, la grafica e la pellicolatura, preparare al meglio il veicolo seguiti dai loro insegnanti. Le incognite che dovranno affrontare l’equipaggio sono non prevedibili: davanti a loro si apre un percorso di 14.000 km, attraverso dieci stati e due continenti. Ricordiamo che il Mongolia Charity Rally 2016 non  una vera e propria corsa: le squadre partecipanti si impegnano piuttosto ad acquistare ed allestire alcuni veicoli, per poi guidarli da Bruxelles a Ulan Bator attraversando tutta l’Asia Centrale. Una volta giunti nella capitale Mongola i veicoli, tramite un’associazione benefica, verranno donati direttamente alle popolazioni locali, o utilizzati per portare a termine vari progetti umanitari. L’Opel Vivaro verrà ora allestita a Bra per poi trasferirsi a Fossano per la parte di carrozzeria. Partenza prevista per Bruxell il 6 luglio per giungere al parlamento Europeo dove di svolgerà la conferenza stampa con alcuni parlamentari al fine di presentare l’iniziativa. Il lavoro degli allievi sarà fondamentale per garantire l’affidabilità del mezzo condotto da un equipaggio di non addetti ai lavori. La partenza è fissata il 9 luglio da Bruxelles verso l’Anello d’Oro della Russia Imperiale, le grandi città carovaniere di Samarcanda e Buchara, e un angolo del Turkmenistan a buon diritto noto come la Porta dell’Inferno fino ad arrivare a  Ulan Bator. “ Si tratta di un viaggio affascinante quanto impegnativo- commenta Riccardo Garella-  ispirato dalla volontà di mettersi in gioco in prima persona per una causa importante.” Bella quindi la sfida anche per gli allievi della formazione professionale che dovranno dare il massimo per un progetto veramente a misura di giovane. Chiunque voglia avere una visione più completa di questa avventura, o supportare questa bellissima causa, può visitare il sito www.phigamma.org oppure contattare l’indirizzo info@phigamma.org.

Franco Burdese

Don Gianni Filippin in visita al centro di Bra

VISITA DON FILIPPIN MECCANICA AUTO MAGGIO 2016

BRA

Don Gianni Filippin, Direttore Nazionale del Cnosfap ( Centro Nazionale Opere Salesiane Formazione aggiornamento professionale ) ha visitato la struttura dei salesiani di Bra. “ Mi avevano parlato – ha commentato don Filippin- di questa meraviglia ma avevo solamente potuto ammirarla nel video della costruzione  pubblicato su youtube. Dal vero è ancora più impressionante. Una struttura modello, non se ne vedono tante così in Italia ma nemmeno in Europa. Veramente un bell’esempio di formazione professionale con laboratori efficienti, ampi spazi, luoghi dedicati al gioco di primordine con un campo in sintetico invidiabile. Fatto poi importante ho trovato dei ragazzi veramente educati e capaci. Cosa volere di più dalla formazione professionale salesiana.” Don Filippin è stato accompagnato nelle sua visita da don Gabriele Miglietta, direttore del Cnosfap Saluzzo-Savigliano, da Valter Manzone direttore del CFP di Bra e da don Vincenzo Trotta Direttore dalla Casa Salesiana di Bra. “ Ho trovato a Bra- ha proseguito don Gianni Filippin- una varietà di proposte formative molto interessanti. Non ultima quella legata all’agroalimentare con la presenza di un ITS ( Istruzione Tecnica Superiore ) che certamente potrà avere degli sviluppi molto interessanti. Formare i tecnici dell’agroalimentare del futuro è veramente una bella sfida sotto molteplici punti di vista. Farlo in una Casa Salesiana ci riempie di soddisfazione.” La visita di don Filippin ha riguardato tutti i laboratori partendo dalla termoidraulica, alla meccanica industriale, alla meccanica d’auto, alla panetteria-pasticceria, agli acconciatori, per concludersi nel laboratorio sperimentale di colture orticole della Fondazione ITS Agroalimentare che ha sede a Bra con il corso sull’ortofrutta.

Franco Burdese

VISTIA DON GIANNI FILIPPIN BRA MAGGIO 2016 MECCANICA INDUSTRIALE

 

 

SIMONA ATZORI incontra i ragazzi del CNOS-Fap di BRA

Galleria

  BRA «Il mio sogno è quello di rimanere la Simona che sognava da bambina di fare la danzatrice e la pittrice. Perché bisogna avere un sogno. E la forza per realizzarlo». La ballerina Simona Atzori, nata senza le braccia, … Continua a leggere

Nasce la collaborazione tra Magneti Marelli ed il CNOS-Fap Bra

Nella giornata di giovedì 21 aprile il Centro di formazione Cnosfap dei Salesiani di Bra ha ospitato l’ingegner Vincenzo Giaccone della Magneti Marelli. Gli allievi della classe terza automotive, che si preparano alla qualifica ed all’ingresso nel mondo del lavoro, hanno partecipato al primo incontro formativo con la presenza dei rappresentanti della Gem di Cuneo, maggiore concessionario Marelli della zona. Magneti Marelli, azienda tra le più importanti nel settore della tecnologia automotive iniziava due anni fa la collaborazione con il CnosFap, partendo dall’area di Torino. Arrivava a Bra nel 2015, con la proposta di sviluppare la collaborazione con il CFP dei Salesiani, implementando la loro presenza nella formazione giovanile nel territorio Piemontese. Il progetto, di durata quinquennale, permetterà agli alunni del Cnosfap di avere supporto, con la collaborazione dell’ingegner Giaccone, all’esperienza di stage con due incontri, durante il terzo anno di formazione, preparatori al mondo del lavoro ed alla tecnologia Marelli. La collaborazione permetterà agli insegnanti del CFP di Bra di poter sviluppare le competenze proprie dei tecnici Check Star, tramite un percorso di formazione mirato ad implementare le conoscenze pregresse e sviluppato sul livello personale del singolo centro di formazione. Durante l’incontro con l’ing. Gaccone si è sancita la collaborazione tra il Cnos-Fap Bra e Magneti Marelli con la consegna, da parte di questi ultimi, di una targa rappresentativa che indica il centro salesiano braidese, selezionato come eccellenza formativa, collaboratore alla formazione del mondo Marelli. “ Sono solamente venti- ha affermato l’ing. Giaccone- le scuole in Italia che si fregiano di questa collaborazione. Il Centro di Formazione Consfap di Bra è uno di questi per la qualità sia di strutture sia di docenti che vi abbiamo trovato. Spero questo sia l’inizio di una proficua collaborazione da entrambe le parti.”

​​​​​​​Franco Burdese
Collaborazione Marelli Cnos-Fap

Dal Centro professionale dei Salesiani al progetto di mobilità in Spagna

FUTURI MECCANICI E ACCONCIATORI IN TRASFERTA

FUTURI MECCANICI E ACCONCIATORI IN TRASFERTA

 

Stanno partecipando al progetto di mobilità «Erasmus+» ad Aranjuez – comunità di Toledo, Spgna. Sono i diciotto allievi del Centro di forma- zione professionale dei Salesiani di Bra. In parte futuri meccanici, in parte acconciatori, hanno ini- ziato l’esperienza in numerose aziende del terri- torio, rimarranno per quattro settimane. Con gli accompagnatori Fabio Tripaldi (docente) e Marco

Mortara (tutor) il gruppo ha già visitato la capitale Madrid, scoprendone alcune bellezze architettoni- che. Commenta Tripaldi: «Questo progetto, coordi- nato dall’Apro formazione di Alba, rimarrà nella memoria dei protagonisti che per un mese vivono lontano da casa, imparando anche la lingua e i co- stumi di un Paese con il quale il nostro Centro pro- fessionale collabora da sette anni».

Valter Manzone

Fonte: La Stampa

 

Giaccone (Magneti Marelli) si complimenta con il centro di formazione dei salesiani di Bra

La speranza è quella che nasca presto una collaborazione con l’istituto braidese

IMG_1035

Visita al CFP dei Salesiani di Bra del dott. Vincenzo Giaccone della Magneti Marelli After Market Parts and Services. Magneti Marelli conosciuto ed affermato gruppo multinazionale è leader nella progettazione e produzione di sistemi e componenti ad alta tecnologia per autoveicoli. Con oltre 38.000 addetti , 89 unità produttive, 12 centri di Ricerca e Sviluppo e 26 Centri Applicativi, il gruppo è presente direttamente in 19 nazioni, e fornisce tutti i maggiori car makers in Europa, Nord e Sud America, Asia.

Nell’ambito della sua missione di componentista automotive a livello globale, Magneti Marelli punta a coniugare qualità e offerta competitiva, tecnologia e flessibilità, con l’obiettivo di  rendere disponibili tecnologie chiave a costi competitivi per l’utente finale. Magneti Marelli  punta a valorizzare, attraverso un processo di innovazione continua, il proprio know-how e competenze trasversali per sviluppare sistemi intelligenti e soluzioni che contribuiscano all’evoluzione della  mobilità secondo criteri di sostenibilità ambientale, sicurezza e qualità della vita all’interno dei veicoli.

E’ con questo spirito che si è creato un legame con l’associazione Cnosfap di cui il CFP di Bra è una interessante componente nel settore auto. “ I 1800 metri quadrati delle officine di meccanica auto dei Salesiani di Bra – afferma il direttore Valter Manzone che ha accompagnato i visitatori di Magneti Marelli- sono un incredibile biglietto da visita per la formazione professionale. Magneti Marelli ha già esperienze di collaborazione con i CFP dell’Agnelli di Torino e di Fossano e ci auguriamo che possa nascere qualche cosa anche a Bra.” 

Al termine della visita il dott. Giaccone  si è complimentato con la struttura salesiana ringraziando il direttore don Vincenzo Trotta al quale ha chiesto di estendere la valutazione molto positiva a tutti i suoi collaboratori ed agli allievi del CFP di Bra.

Franco Burdese

Fonte: targatoCN