UNA LEZIONE TEORICO-PRATICA sulla diagnosi WURTH

Giornata di formazione per gli allievi della classe prima del corso «Operatore alla riparazione dei veicoli a motore - manutenzione e riparazione di parti e sistemi meccanici ed elettromeccanici e di pneumatici» (sinteticamente, meccanica auto o automotive) che con i loro formatori Gianfranco Morra, Ivan Federico e Marco Mattis, hanno seguito l'aggiornamento sulla nuova diagnosi Wurth proposta dal tecnico  Massimo Di Gioia. 

Gli allievi hanno potuto apprendere la modalità dell'autodiagnosi multimarca, che permette di effettuare interventi sull'elettronica delle autovetture: iniezione, attuatori, airbag, climatizzazione. Inoltre lo strumento fornisce anche la possibilità di ottenere la lettura dei dati in tempo reale e di effettuare la codifica delle centraline dei veicoli. Ad una iniziale parte teorica, svolta in aula, è seguita una serie di esercitazioni pratiche, direttamente sull'autoveicolo, che ha catalizzato molto l'attenzione della classe. Apprezzato anche lo spuntino che i colleghi del corso agroalimentare hanno preparato a metà mattinata.

INCONTRO WURTH REALTA AUMENTATA

BRA Interessante pomeriggio, dedicato alla «realtà aumentata» quello che si è vissuto al Cfp venerdì 12 marzo. Nell’aula informatica del laboratorio di meccanica industriale, il funzionario Wurth Mario Luca Latronico, ha illustrato ad un gruppo di responsabili di aziende meccaniche del territorio - che sono storicamente in rete con il nostro Cnos - la «Holo Maintenance» una piattaforma evoluta per l’assistenza da remoto. In sostanza si tratta di una vera e propria rivoluzione per le aziende manifatturiere, che grazie a questa tecnologia possono garantire un’assistenza tecnica e post-vendita più efficace e immediata, riducendo i costi di intervento fino al 75%.  I presenti hanno mostrato un grande interesse per questa modalità operativa, che potrebbe essere inserita come UF nel nuovo percorso IFTS che sarà progettato per il prossimo anno formativo.