LA CASTAGNATA DEL CFP Bra

BRA Sulle orme della tradizione che aveva avviato il nostro fondatore don Bosco, in settimana tutti i corsi del Cfp salesiano braidese hanno vissuto la castagnata. Le caldarroste, giunte da Valmala grazie al formatore Gianfranco Morra, sono state cotte sulla fiamma dagli studenti del corso agroalimentare, coordinati dal formatore Tommaso Elia e coadiuvati dal nostro servizio civilista Luca Fissore che si è preoccupato anche della logistica della distribuzione. Infatti, mantenendo le bolle di classe, gli studenti – dopo averle ricevute nel classico cono di carta, preparato dalla classe 2^C (Acconciatori) – le hanno divorate in un baleno. Poi, per concludere la mattinata, qualche calcio al pallone o qualche tiro a pallavolo hanno rallegrato gli animi, prima della campanella di uscita. Valter Manzone

FESTA DI DON BOSCO…A TRATTI !!

Tranquilli. Don Bosco, il nostro Padre e Maestro dei giovani, è sempre tutto intero!

Anzi, con il passare degli anni, la sua presenza e la sua forza in mezzo ai giovani, è sempre più percepita. Questo grazie ai suoi salesiani e ai formatori che – sull’onda lunga del suo infinito carisma – continuano ad operare instancabilmente con i tantissimi allievi di questo Cfp. Che ha programmato – nel rispetto delle misure di contenimento della diffusione della pandemia – tre distinte giornate di festa di don Bosco. E un’appendice la prossima settimana.

I festeggiamenti sono iniziati giovedì 28 gennaio, alle 7,45 con tutte le classi seconde (eccetto i Termoidraulici in alternanza) accolte in aula dai loro formatori, per la visione del film «Modalità aerea» al quale è seguita la partecipazione alla messa, celebrata dal direttore dell’opera don Alessandro Borsello e dal nostro catechista don Kenneth Nnadi; l’accompagnamento musicale e canoro affidato ai docenti Matteo Pronzati (regia), Maurizio Botta, Davide Ciravegna e Nanni Spadafora. Bene l’animazione della celebrazione, molto partecipata. Terminata la messa, tutti a degustare la «merenda» di don Bosco, preparata da allievi e colleghi dell’agroalimentare e consegnata rigorosamente in sacchetti monodose. Poi – per completare la giornata, come avrebbe voluto il nostro Santo – le ultime due ore di laboratorio.

Venerdì 29 gennaio, scambiando solamente l’orario della celebrazione e della proiezione del film, la festa con le classi terze: anche in quest’occasione, una partecipazione attiva e attenta, ha fornito spunti di riflessione alle ragazze e ai ragazzi che stanno per concludere il loro percorso nella formazione professionale.

Infine lunedì 1 febbraio, è stata la volta delle classi prime: dopo aver spiegato loro il senso della giornata, un momento di prove di canto e poi la celebrazione. Terminata la messa, tutti in aula per vedere il film e poi la merenda per rallegrare l’intervallo.

Tutti i giovani hanno certamente memorizzato le tre parole chiave consegnate da don Alessandro: ricordare, ringraziare e sperare.

E mercoledì 10 febbraio, al loro rientro, anche gli allievi della 2F vivranno il loro momento di festa. Perché – proprio come diceva il giovane Domenico Savio a don Bosco – anche noi vogliamo far sì che la santità del quotidiano dei nostri giovani consista, oltre che nell’esatto compimento dei loro doveri, anche nello stare molto allegri.

Collaborazione con WD-40

La storia di WD-40 inizia nel 1953 a San Diego in California in un piccolo laboratorio dal nome Rocket Chemical. È una storia degna di essere ricordata proprio per come questa straordinaria azienda americana intraprese il percorso che la rese a tutti gli effetti il numero uno al mondo nel settore dei lubrificanti multifunzione. E nel 2020 approda anche al Cfp di Bra.

Il piccolo laboratorio di San Diego iniziò la sperimentazione di diverse formule che potessero risolvere i problemi della Nasa. I tentativi furono numerosi e finalmente la 40esima formulazione risultò essere la vincente, nacque così WD-40, il lubrificante multifunzione diventato il punto di riferimento in tutto il mondo.

Grazie all’offerta di collaborazione che ci è stata riservata dal funzionario Alessandro Venerato di Wd40 Italy, le nostre classi prime dei settori meccanica industriale, meccanica auto e termoidraulica, hanno già partecipato ad una prima Meet, per capire le potenzialità e le modalità di uso dei loro prodotti: oli lubrificanti, da taglio, oli e grassi per attrito e prodotti di pulizia; interessante la linea bike-moto e automotive. La prossima settimana una seconda videolezione; poi l’invio gratuito di una fornitura di materiali per testare e sperimentare i prodotti direttamente in laboratorio. Ai nostri allievi sarà poi chiesto di realizzare una UDA, un project-work o un video tutorial che dimostrino l’impiego dei prodotti nei nostri laboratori. Una collaborazione, quella appena avviata, destinata a durare nel tempo, che non mancherà di fornire un valore aggiunto alla conoscenza di questi prodotti WD-40  che nel corso degli anni hanno trovato numerose applicazioni a livello industriale (aerospaziale, automobilistico, meccanico, agricolo, ecc), sportivo e domestico.

SI PARTE CON LA FAD

Come previsto dall’ultimo DPCM del Governo da domani - giovedì 5 novembre - partiamo con la Formazione a distanza (Fad) per tutte le classi, a rotazione, che hanno da seguire le materie teoriche. Invece le classi che hanno le ore di laboratorio vengono al Cfp. Tutti gli studenti riceveranno dai loro formatori l’invito a collegarsi alla lezione online che sarà proposta su Meet di Google. Invito tutti gli studenti e le studentesse ad essere partecipi e presenti alle varie ore di lezione. Di seguito gli orari da rispettare quotidianamente:

Raccomando a tutti l’attenzione agli inviti dei formatori e la presenza attiva alle Meet. La direzione

26-08-20: RIENTRO AL CFP

L'ultimo scampolo dell'anno formativo '19/'20 è stato vissuto, al Cfp braidese, dalla quasi totalità degli operatori che, dopo la pausa estiva (in molti casi, assai ridotta) si sono ritrovati per iniziare la pianificazione del prossimo a.f. '20/'21. Man mano che un formatore, una segretaria, un'operatrice della reception, una/un tirocinante si avvicinavano alla bollatrice- mercoledì 26 agosto - nel corridoio degli uffici, scattava il rito dei saluti, sempre nel rispetto delle regole Covid, con un tocco di gomito e un sorriso degli occhi, spesso più eloquente di tanti gesti fisici. Un breve cenno alle giornate di vacanza, la voglia di ritrovarsi anche tra colleghi e l'idea di avviare insieme la giornata, in cortile, sfruttando le tante sedie che i volontari hanno collocato per accogliere i fedeli che alla domenica vengono alla messa. Mascherine sul volto, seduti a distanza, tutti i presenti hanno ascoltato con molta attenzione il direttore dell'opera don Alessandro Borsello, che dopo aver tratteggiato le molte attività estive dell'opera salesiana, ha augurato a tutti una buona ripresa. Dopo un'Ave Maria recitata insieme, il direttore del Cfp ha salutato tutti, annunciando il primo impegno: nella mattinata di giovedì 27 agosto, un momento di revisione del passato anno formativo (caratterizzato dal lockdown, ma conclusosi in modo comunque soddisfacente per allievi e operatori) e uno di prima programmazione, in attesa di avere delle linee-guide sufficientemente definitive da seguire per l'avvio del prossimo anno. Dopo la prima giornata trascorsa a rimettere un po' di ordine nelle singole postazioni, a misurare la distanza tra i banchi nelle varie aule e a riorganizzare i laboratori, ci è ritrovati - nello stesso luogo - al mattino del 27/08 per avviare questo momento collegiale. Al termine del quale ogni gruppo di lavoro ha espresso le proprie indicazioni, che saranno riviste nei prossimi incontri di programmazione.
La «nave» del Cfp Cnos Fap di Bra è ormai salpata. Con quasi tutti i componenti dell'equipaggio a bordo (gli ultimi saliranno dal 1 settembre), sta cercando acque sufficientemente tranquille nelle quali navigare. Sicuramente, con l'aiuto dell'Ausiliatrice e di don Bosco, riuscirà ad arrivare in porto il prossimo giugno 2021 con tutti i suoi passeggeri!!

Pubblicata la nuova Dispensa Automotive del Cnos-Fap di Bra: La Ruota

La dispensa automotive sulla Ruota è la nuova pubblicazione del Cnos-Fap di Bra:

La Ruota: dispensa automotive

Dispensa automotive

Dispensa del settore automotive

da qualche tempo, il CNOS-Fap di Bra, sfrutta le potenzialità della bacheca bazar.icnos.net per distribuire le dispense di studio prodotte in sede, nel settore automotive. La Ruota è una dispensa che raccoglie gli argomenti di base, individuando le parti essenziali di una discussione indirizzata alla conoscenza del settore automotive. Mira a creare una base sull'argomento, facilitandone la comprensione per gli studenti della formazione professionale, permettendo al formatore di seguire un filo conduttore che parte dalle basi e raggiunge i dettagli specifici. Questa dispensa automotive è prodotta in coppia Formatore-Studente: la versione per lo studente è priva del testo ma mantiene la stessa impaginazione per facilitare la dettatura in aula. Dal contenitore bazar.icnos.net è disponibile il download gratuito della dispensa, compresa di:
  • versione completa in Pdf per l'insegnante;
  • versione priva del testo, adatta alla dettatura in aula;
  • copertina in formato Jpg;
  • eBook;
  • file di Pages per permettere delle modifiche alla dispensa automotive.
È possibile, inoltre, inserire una propria valutazione, scegliendo se il contenuto è sufficiente, discreto, buono o ottimo. La Ruota - dispensa automotive