Il saluto alle terze!!

Erano attesi per le 11:00 di lunedì 14 giugno, rigorosamente in cortile, con il distanziamento assicurato e le mascherine indossate. Allieve ed allievi delle classi terze, che il venerdì precedente avevano concluso gli esami di qualifica, si sono presentati all’appuntamento numerosissimi!

Dopo la sistemazione per singole “bolle” mescolati ai formatori presenti, ha preso la parola don Alessandro Borsello, che ha richiamato l’esperienza di don Bosco come educatore e precursore della FP! Poi il direttore del Centro Valter Manzone, ha ricordato a tutti di usare al meglio la propria “cassetta degli attrezzi” mettendosi in gioco nella vita con senso di responsabilità è di condivisione. Finito questo primo momento, i singoli referenti-corso hanno consegnatogli giovani gli attestati di qualifica e poi - subito dopo la foto di classe - l’immancabile focaccia dei nostri colleghi del corso D.
Un bel momento, in presenza, per chiudere un triennio che ha chiesto a tutti di sperimentare, negli ultimi due anni, anche la formazione a distanza!

SALUTI DI FINE ANNO FORMATIVO!

Prima e’ toccato alle classi terze cfp: accolti in cortile, i giovani che si preparavano a sostenere l’esame di qualifica sono stati salutati dal direttore dell’opera don Alessandro Borsello e dal direttore Cfp Valter Manzone, che dopo aver ripercorso in particolare questi due anni di pandemia, hanno invitato i giovani a vivere bene il tempo degli esami per affrontare al meglio la vita futura, sempre nella consapevolezza che in viale Rimembranze trovano una <casa> aperta per accoglierli in qualunque momento. Poi è stata la volta delle prime che, pur tra presenza in laboratorio e Fad, hanno concluso le 990 ore dei corsi di appartenenza: per loro l’augurio di una buona estate e l’arrivo servi a settembre. Infine le seconde, giunte anch’esse a fine anno formativo: anche a loro i due direttori hanno rivolto l’invito di rigenerarsi durante l’estate, per arrivare a settembre pronti per lo sprint finale.

La rituale foto di classe e la distribuzione della focaccia hanno concluso questi momenti. Qualcuno, anzi più di qualcuno, salutando formatori e compagni, si è avviato al cancello in compagnia di una lacrima che scendeva a rigargli il viso. Potenza della pedagogia salesiana e del lavoro formativo che tutti insieme si continua a fare! Buona estate ragazze/i!