Orientamento 2019-20: il futuro è oggi.

Con una nuova edizione del «Salone dell’Orientamento» promosso dalle istituzioni scolastiche e formative cittadini, in collaborazione con il Comune di Bra e la cooperativa Orso all’interno del progetto “Bra Orienta”, si avvia la fase di accompagnamento alla scelta dei ragazzi e delle ragazze di terza media, della città della Zizzola, a fare una buona scelta per prepararsi al futuro. Il calendario degli appuntamentiproseguirà con la rassegna "PORTE APERTE" domenica 16 dicembre e sabato 12 gennaio 2019.
  • Sabato 17 Novembre - MOVICENTRO, Piazza Caduti di Nassyria, ore 10  Apertura del Salone dell’Orientamento: con la presentazione di tutte le opportunità formative che il territorio offre, a cui saranno presenti tutti gli istituti superiori e il nostro Centro di formazione professionale.
  • Martedì 04 dicembre 2018 - Centro Polifunzionale Giovanni Arpino ore 20,45 Appuntamento con il Centro di formazione professionale CNOS-FAP dei Salesiani che presenta i suoi corsi di qualifica della durata di tre anni (operatore meccanico-costruzioni su Mu, operatore alla riparazione dei veicoli a motore, operatore del benessere-acconciatura, operatore agroalimentare, operatore di impianti termoidraulici)
  • Domenica 16 Dicembre (dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18) e Sabato 12 Gennaio 2019 (dalle 15 alle 18):  “Porte Aperte”, l'occasione per gli studenti di visitare i vari laboratori del nostro Cfp, in compagnia dei loro familiari.
E, novità di quest’anno, venerdì 18 gennaio 2019 – dalle 18 alle 22 – la prima «Notte dei mestieri», ovvero un momento di festa e di condivisone con le famiglie dei futuri allievi, che potranno «provare» a svolgere le attività tipiche dei nostri laboratori. Info: 0172/41.71.120 oppure 0712/41.71.111

CERCASI GIUDICI PER CONCORSO PANETTERIA PASTICCERIA

Idea geniale per il CFP Cnosfap dei Salesiani di Bra che è alla ricerca di giudici appassionati del mondo della panetteria e pasticceria. Non servono titoli, curriuculum o attestati di partecipazione a masterchef, la prova del cuoco, od altro. Unica competenza la passione e la ricerca di stimoli gastronomici che portino alla felicità del corpo e dello spirito ed alla manualità d’altri tempi. Gli aspiranti giudici saranno chiamati a partecipare alla valutazione di un concorso interno rivolto agli allievi della classe terza di panetteria, pizzeria e pasticceria che si stanno preparando a partecipare ad un concorso nazionale che coinvolge tutti i Centri di Formazione dei salesiani in Italia. “ L’idea- afferma il Direttore del CFP Valter Manzone- di coinvolgere gli appassionati dell’agroalimentare in una giuria “popolare” è legata al fatto che gli italiani hanno una innata capacità per il buon cibo. Ed allora affiancheremo a qualche giurato esperto, saranno una quindicina i valutatori, massaie tanto brave da non saperlo, appassionati del buon cibo, degustatori anonimi, tutti consci che andranno a valutare il lavoro che ragazzi in formazione svolgeranno con passione e con qualche competenza da affinare. Ed allora venite gente, il CFP dei salesiani di Bra vi aspetta a braccia aperte ed a stomaco vuoto .” Artefici dell’iniziativa gli allievi della classe terza panetteria, pizzeria e pasticceria seguiti dai docenti Tommaso Elia, Giacomo Rafreddato e Claudio Vaira. “ Pensiamo – commentano i maestri della panificazione Elia e Vaira-  che fare mettere in gioco i nostri ragazzi li aiuti a maturare. Se poi la giuria è composta non solo da esperti ma da gente comune ancora meglio. Noi che abbiamo avuto una nostra attività da panettieri sappiamo bene quanto conti il giudizio del cliente quotidiano e di chi ti apprezza per la qualità della materia prima e per una trasformazione degli alimenti al passo coi tempi. Questo è quello che faremo realizzare ai nostri allievi durante questa “ prova autentica”, non vorremmo chiamarlo concorso, per mettersi alla prova come veri artigiani.” A coordinare i gruppi di lavoro, che si metteranno alla prova dalle 16 alle 18.30 nei giorni di giovedì 13 e venerdì 14 dicembre, il pasticcere Giacomo Rafreddato referente della classe terza. “ Questa iniziativa in favore dei nostri ragazzi- spiega Rafreddato- servirà ad individuare due allievi, un ragazzo ed una ragazza,  che parteciperanno al concorso nazionale del settore agroalimentare dei salesiani che quest’anno sarà dedicato al ricordo di Gualtiero Marchesi e si svolgerà presso il CFP di Este. Proporremo sei squadre da quattro allievi che si cimenteranno sulla realizzazione della prova autentica su un elaborato dolce ed uno salato. Ai giudici chiederemo di assistere alla preparazione, già analizzando la manualità e l’organizzazione del gruppo, per poi valutare presentazione e caratteristiche dei piatti che verranno proposti.” L’invito ai potenziali giudici è quello di candidarsi con modalità personale recandosi presso la reception dei salesiani di Bra in viale Rimembranza 19, oppure scrivendo all’indirizzo di posta concorso.agrosalex@gmail.com La candidatura è aperta e non ci sono limiti di età se non quello di avere almeno 18 anni. Unica richiesta indicare la motivazione per cui si intende partecipare. I candidati selezionati verranno contattati per fare parte della giuria in una delle due tornate del 13 o 14 dicembre dalle 16 alle 18.30. E buon appetito.   Franco Burdese

Premiato il nostro Formatore Davide Ciravegna

Il contesto era quello del premo «Imprenditoria artigiana 2018» che ogni anno la zona di Bra assegna ai suoi associati che maggiormente si sono distinti. La location era quella del salone delle feste del ristorante «La porta delle langhe». E tra i 3 premiati - sabato 10 novembre - per la loro start-up, anche il collega Davide Ciravegna, formatore del settore meccanica auto. Ha spiegato il presidente della Confartigianato locale Andrea Lamberti: «Abbiamo deciso di premiare anche questi 3 giovani - di cui Davide Ciravegna, con la sua azienda di meccatronica, ne è un rappresentante - perchè contribuiscono, con la loro professionalità e dedizione, ad un'economia sempre più forte e sostenibile al contempo». Davide Ciravegna, che da alcuni anni presta la sua opera nei vari percorsi di meccanica auto, è infatti titolare di un'officina meccanica, nella quale coniuga quotidianamente le sue capacità con il lavoro che deve svolgere, creando un circolo virtuoso, che si chiude poi nel laboratorio del Cfp, luogo nel quale accompagna i giovani a conoscere tutti i segreti di questo mestiere. Complimenti e buon lavoro.
valter manzone

Don Núñez visita la Casa Salesiana Braidese

Immagine

BRA «Vi saluto caramente a nome mio e anche a nome del Rettor maggiore, che mi ha espressamente chiesto di farlo». Così don José Miguel Núñez sdb, nominato Visitatore Straordinario, al buongiorno di venerdì 9 novembre a tutti i ragazzi del Cfp, che lo hanno accolto in chiesa. L'incontro è avvenuto nell’ambito della Visita Canonica Straordinaria, realizzata a nome del Rettore Maggiore, nella Circoscrizione salesiana del Piemonte, Valle d'Aosta e Lituania, nella casa braidese che è iniziata giovedì 8 per concludersi sabato 10 novembre. Successivamente al momento di preghiera - concluso dal festoso canto «Don Bosco amico nostro» - la visita ai vari laboratori e il colloquio cordiale e amabile con tanti allievi che erano impegnati nella mattinata di formazione. Al termine del tour, don Núñez ha proseguito con i suoi vari colloqui con i confratelli e i responsabili dei vari ambienti educativi, con le riunioni e - in serata - con un toccante incontro con i diversi gruppi della Famiglia Salesiana locale. Al termine del quale ha raccomandato di continuare, come faceva don Bosco, a lavorare con i giovani, specialmente quelli più poveri che - ha detto lui stesso - «ho incontrato in questo Cfp e che ho visto essere felici di frequentarlo.

SELEZIONE TECNICO TRASFERTISTA al CNOS-FAP di Bra

Si è svolta nella giornata di mercoledì 12 settembre la selezione dei candidati che porterà ad attivare per la seconda edizione il corso "IFTS - Tecnico Trasfertista". Novanta le richieste dei potenziali candidati da cui si è attinto per individuarne venticinque.  “ "La figura del Tecnico Trasfertista - commenta l’AD della Gai Guglielmo Gai - è per il gruppo di aziende che hanno aderito a questo progetto di vitale importanza. Pensiamo che il corso proposto sia veramente a misura di giovani che dopo un diploma tecnico vogliano concentrarsi nell’ingresso al mondo del lavoro. Mi auguro che il percorso possa ancora continuare nei prossimi anni e che Dirigenti Scolastici delle scuole superiori di indirizzo come gli Istituti Industriali e quelli professionali, oltre che i docenti degli Istituti medesimi, colgano la valenza per i loro giovani costituita da questa proposta formativa della regione Piemonte. Abbiamo validi collaboratori come il CNOS-FAP di Bra, l’Istituto Vallauri di Fossano, la collaborazione del Politecnico, tante aziende di primaria importanza. Diamo continuità a questa iniziativa anche da parte della associazioni di categoria che dovrebbero essere di stimolo e condividere le problematiche di ricerca personale delle nostre aziende. Naturalmente un consiglio ai giovani diplomati e laureati, quello di approfittare di queste possibilità di formazioni gratuite e di breve durata, oltre che altamente qualificanti.” Entro il 19 settembre si formerà il gruppo classe che porterà all’inizio del percorso di 400 ore teorico pratiche presso il CNOS-FAP di Bra e l’IS Vallauri di Fossano. Chi fosse interessato ad informazioni sul possibile inserimento del corso può contattare il numero 0172/4171111. Franco Burdese

Si riparte dal 40esimo

CFP_BRA: si riparte dal 40esimo! I più temerari, o meglio i colleghi che avevano iniziato prima le vacanze, hanno riaperto i battenti del Cfp Braidese lunedì 27 agosto! C’erano i nuovi corsi di apprendistato da organizzare, i percorsi Larsa per il passaggio ai IV anni che ripartivano, i decoratori che stavano completando il restyling delle aule e dei lavoratori. Insomma, un nuovo anno da far decollare. Nella settimana successiva, ovvero lunedì 3 settembre, l’organico si andava via via completando, con l’arrivo dei T.D. e con i primi passi dei nuovi colleghi che collaboreranno con noi in questo nuovo anno formativo. Martedì 4 una riunione collegiale davvero partecipata e animata: nella prima parte della mattinata, con tutto il personale del Centro: dopo una ampia prolusione di don Vincenzo Trotta (direttore dell’opera S.D.Savio) è toccato allo scrivente illustrare – grazie ad un corposo “ppt” – le linee che dovranno coinvolgere tutti gli operatori, per far sì che ciascuno dei nostri giovani «si senta davvero in famiglia» ovvero in un ambiente in cui crescere dal punto di vista umano e professionale. Si è parlato di inclusione, di accompagnamento dei più deboli, delle nuove sfide che ci attendono (oltre all’Obbligo, il percorso Ifts, i corsi di FCI, quelli a libero mercato, del SAL e dell’apprendistato) e del ruolo attivo che ognuno deve giocare per raggiungere gli obiettivi prefissati. Dopo la pausa caffè, seconda parte della mattinata, con i soli formatori: i “vecchi” hanno iniziato ad introdurre i “nuovi” nelle dinamiche del Centro. E’ stato bello vedere la corale partecipazione alla revisione del regolamento del Cfp e alla pianificazione delle prime giornate di formazione. Tanto che il tempo è letteralmente volato e siamo corsi tutti all’appuntamento con un aperitivo di inizio anno! Certi che anche questo anno formativo – come i precedenti – ci regalerà grandi soddisfazioni e inevitabili frustrazioni, gioie e stanchezze, ma soprattutto, il piacere di formare dei giovani, che vedono in ciascuno di noi un sicuro punto di riferimento! Valter Manzone INIZIO_A.F. 18-19 Al via oggi tutte le prime (meccanica industriale, meccanica auto, acconciatori, panificatori e termoidraulici) oltre alla terza di «pasticceria, panetteria, pizzeria che segue il percorso integrato con l’Eula e deve assolvere 1200 ore di formazione. Stamani dalle 8 alle 12 ma già da domani, l’orario sarà quello classico: 7,45-13,15! Mercoledì arriveranno anche le seconde e le terze; nella stessa giornata avremo anche il test di selezione dei 95 candidati che aspirano ad avere un posto nel percorso IFTS. Ma per rilassarci un po’, venerdì tutti al mare, per la giornata di accoglienza ad Alassio! E dalla prossima settimana, tutto regolare per tutti! Buon anno formativo ai nostri 400 allievi, ai 40 operatori del Cfp e alle nostre amate famiglie! v.m.

Bra: consegna dei diplomi Rolfo

Mercoledi 27 giugno una piacevole mattinata ha visto la consegna, presso il Centro di Formazione Cnosfap dei Salesiani di Bra, degli attestati per gli allievi dei CFP Salesiani di Bra e Fossano che hanno partecipato ai  corsi con le ditte Rolfo e Mollo. “Ringrazio per questa collaborazione – ha esordito il Direttore, don Vincenzo Trotta da parte di due ditte leader nel loro settore. Un bene per i nostri ragazzi un bene per il miglioramento tecnico dei nostri CFP di Bra e Fossano.” All’incontro era presente il Vice Presidente dell’Unione Industriali, Mariano Costamagna, in rappresentanza del Presidente Mauro Gola. “Sono lieto – ha affermato Costamagna – di potere essere oggi per plaudire la collaborazione tra le ditte Rolfo, Molo ed i Salesiani. Anche io sono ex allievo e posso garantire che presso i salesiani oltre l’aspetto tecnico, di grande livello direi, la peculiarità è quella di formare la persona umana. Questo è un merito che va riconosciuto ai salesiani ed è un grande pregio che hanno i loro allievi che saranno i futuri nostri collaboratori.” Il Direttore del CFP Valter Manzone ringraziando aziende ed allievi per questi progetti ha salutato Franco Boglione in rappresentanza degli artigiani di Bra per la stretta collaborazione con la loro associazione di categoria. I saluti del Sindaco Sibille sono stati portati dall’Assessore Sara Cravero che si è complimentata per la struttura che i salesiani hanno saputo allestire con la collaborazione di tante aziende. Si è poi passati alla consegna dei diplomi da parte della ditta Rolfo con la partecipazione dell’AD Roberto Rolfo, del responsabile della produzione Davide Pegoraro, del Responsabile dei veicoli speciali Giuseppe Giordano e del Direttore del personale Antonio Ghigo che prendendo la parola ha affermato: “Ringrazio tutte le componenti che hanno reso possibile questo progetto. Gli allievi, il nostro tecnico Giordano, i docenti dei salesiani di Bra e Fossano. Sono questi lungimiranti collaborazioni che ci permetteranno di formare i nostri futuri collaboratori che imparando coi nostri tecnici sapranno da subito come muoversi nel mondo del lavoro.” La parola è poi passata Roberto Mollo che con Mauro Dotta e Marco Rombi, che ha snocciolato i dati della presenza in Italia di Mollo Noleggio. “E’ di cruciale lungimiranza – ha affermato Roberto Mollo – la nostra partecipazione a progetti come quello strutturato con i salesiani. E’ sempre più tangibile la difficoltà nel reperire tecnici che possano supportare le nostre esigenze di manutenzione ai mezzi e supporto alla clientela. Non potevamo non cogliere questa importante occasione di collaborazione.” Dopo la consegna dei Diplomi della ditta Mollo è stato Mauro Dotta, responsabile del personale, a ricordare la necessità di impostare un metodo di collaborazione tanto innovativo che consentirà alla Mollo di avere maggiori possibilità nel reperimento dei propri tecnici. In chiusura della mattinata è stata presentata l’iniziativa di collaborazione tra il Cnos-fap di Bra e la ditta Europlast che ha fornito al CFP Salesiano una macchina per lo stampaggio a caldo della plastica. “Da ex allievo – ha affermato Claudio Pacotto AD dell’Europlast – sono veramente soddisfatto di iniziare questa avventura con il mondo salesiano. Da allievo ho avuto molto negli otto anni trascorsi prima alle scuole medie e poi all’Istituto Tecnico Industriale dei salesiani, e penso che restituire un po’ di quelle competenze apprese sia un dovere.” Non poteva poi mancare il rinfresco preparato dagli allievi del CFP di Bra settore Panetteria Pasticceria coordinati da Giacomo Rafreddato a sancire con un momento conviviale questo significativo progetto. (Articolo a cura di Franco Burdese)

Arriva la consegna dei diplomi per gli allievi CFP dei Corsi Rolfo e Mollo

Mercoledì 27 giugno 2018 verranno consegnati presso il Centro di Formazione Cnos-Fap dei Salesiani di Bra gli attestati per gli allievi dei CFP salesiani di Bra e Fossano che hanno partecipato ai corsi con le ditte Rolfo e Mollo. E’ una procedura innovativa – afferma il Direttore del CFP di Bra Valter Manzonequella di portare presso la nostra officina attrezzature e formatori delle aziende che collaborano con noi. Lo abbiamo fatto prima con la ditta Rolfo, storico marchio nella costruzione di veicoli industriali che confina con il nostro Istituto, ripetendolo poi con il Gruppo Mollo, azienda nata ad Alba nel 1971 che conta oggi 34 centri direttamente gestiti e distribuiti in Piemonte, Liguria, Lombardia, Emilia Romagna, Toscana all’interno dei quali operano 275 collaboratori. Penso che queste collaborazioni siano valore aggiunto bidirezionale. Utile per i nostri allievi che acquisiscono maggiori competenze, utile per le aziende per conoscere i giovani e sperimentare le metodologie di formazione che saranno strategici per lo sviluppo delle loro attività e dei loro collaboratori. Ringrazio l’amministratore delegato Roberto Rolfo ed il Direttore del Personale Antonio Ghigo, come pure i fratelli Mauro e Roberto Mollo con il Direttore del Personale Mauro Dotta, per la grande e propositiva collaborazione. Certamente una visione lungimirante la loro che hanno con noi riscritto la storia della collaborazione tra aziende ed agenzie formative”. Alla consegna dei Diplomi del 27 giugno sono stati invitati i Sindaci di Bra Sibille e di Fossano Sordella dove operano i CFP dei Salesiani e gli assessori Cristina Ballario Gianni Fogliato. Sarà inoltre presente l’Unione Industriali di Cuneo, l’Associazione Artigiani di Cuneo e l’API. La metodologia di collaborazione proseguirà il prossimo anno formativo sull’esperienza di quanto maturato sino ad ora. Le unità formative sperimentate saranno riproposte agli allievi dei due CFP sempre su base volontaria come integrative al percorso formativo di qualifica regionale. Un plauso va certamente agli attuatori di questi straordinari risultati, Giuseppe Giornado della ditta Rolfo, Marco Rombi del Gruppo Mollo, oltre ai docenti del Cnos-Fap Gianfranco Morra e Fabio Savino. (Articolo a cura di Franco Burdese) 

Laboratorio ECO-educativo

Gli allievi erano 25 della classe 1^ meccanica auto e i docenti 2 (Fabrizio Gonella e Giovanni Spadafora): il loro obiettivo, al termine di un modulo dedicato alla conoscenza del ciclo dei rifiuti, era quello di «ripulire» una zona della tangenziale (via Sobrero) e poi completare l'opera portando il frutto del loro lavoro nell'area ecologica braidese

Venerdì 11 maggio, armati di tutti gli strumenti necessari per la protezione individuale e per la raccolta, hanno riempito diversi bidoni gialli, raccogliendo rifiuti indifferenziati abbandonati da persone con scarso senso civico. Poi, grazie ai camion della dotta Aimeri, li hanno portati all'ecocentro di corso Monviso, assistendo ad un'altra lezione sul loro corretto smaltimento. Al termine della mattinata sono rientrati al Cfp stanchi ma contenti di aver contribuito alla «bonifica» di un'area che spesso è scambiata per una pattumiera a cielo aperto. Studenti e docenti hanno ricevuto il plauso dell'assessore comunale all'Ambiente Sara Cravero e dei responsabili dell'azienda che gestisce la raccolta rifiuti a livello cittadino. V.M.

 

Tecnico Trasfertista: un corso dal successo annunciato

E’ giunto il momento della restituzione, ossia cosa è accaduto da giovedì 2 novembre 2017 quando partiva il corso di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore di “ Tecnico Trasfertista” presso il Centro di formazione professionale CNOS-FAP dei Salesiani di Bra, con la lezione introduttiva tenuta dall’ing. Carlo Gai, entusiasta sostenitore di questa esperienza formativa.
Si ricorda che dei settanta candidati alla partecipazione al corso, 800 ore di cui 400 in alternanza, hanno partecipato alla selezione 42 potenziali allievi e ne sono stati inseriti nel corso 24. Un grande lavoro di orientamento in ingresso condotto dai Salesiani con l’Associazione CNOS-FAP, ITIS Vallauri, Politecnico di Torino e le quattro aziende firmatarie dell’ATS (Associazione temporanea di scopo) Gai, Arol, Bianco ed Om.Ler 2000. Le fasi di questa significativa ed unica iniziativa, che ha visto 10 studenti assunti in apprendistato ed i rimanenti svolgere lo stage in alternanza, verranno descritti dagli allievi, dalle aziende e dal Cnosfap Bra in un incontro in programma venerdì 20 aprile presso la Gai Macchine Imbottigliatrici di Ceresole d’Alba. Sono state invitate per l’occasione le scuole ad indirizzo tecnico del Piemonte, Itis ed IPS, con orientatori e studenti in rappresentanza. “Sono fiero del risultato che abbiamo sin qui raggiunto – ha commentato Guglielmo Gai, AD della Gai Macchine Imbottigliatrici di Ceresole d’Alba – sia di partecipazione alle selezioni sia relativo alla qualità degli allievi individuati. E’ un sogno che si avvera, quello di contribuire a formare quei tecnici che non siamo riusciti a reperire sul mercato del lavoro. Questo è un segno di lungimiranza da parte delle aziende che hanno partecipato a questa avventura. Starà a noi tutti ora dare seguito ad un prossimo corso per il bando regionale che uscirà tra poco, contribuendo ad una completa e competente formazione alle idee che sono state alla base del progetto che quest’anno abbiamo sperimentato ma che possiamo ancora migliorare. E’ stato stimolante, ad anche faticoso, formare i tecnici che saranno il nostro volto presso i nostri clienti nel mondo e metterci in gioco in prima persona per ottenere questi obiettivi alti e di grande impegno.” Proprio il 20 aprile terminerà la fase in azienda e si ritornerà in aula sino al 16 maggio giorno di inizio esame che si concluderà il 18 maggio. “ Il corso – ha aggiunto Valter Manzone direttore del CFP di Bra – ha visto una attività di formazione dinamica con diverse unità formative ad incrociarsi ed amalgamarsi, dall’inglese al disegno tecnico, alla sicurezza, alle metodologie di montaggio e collaudo degli impianti sino alle lavorazioni meccaniche ed all’uso del PLC ( programmatori logici computerizzati) nell’automazione. Durante il corso si sé sviluppato poi un modulo di competenze cross culturali con lo scopo di fare conoscere la cultura agroalimentare agli allievi che potranno confrontarsi una volta in azienda con clienti di punta nel mondo del vino, della birra, di prodotti tessili dislocati in paesi con culture non occidentali, di automazione nel mondo del cibo.Ringrazio tutti i docenti del corso per la grande professionalità e tutte le aziende che vi hanno aderito.” Un plauso va certamente agli studenti ed alle ditte Arol, Buanco, Bobst, campari, Dromont, Elcat, Gai, Mas pack, MTM, Omler 2000, Robino&Galandrino, San Cassiano e Tosa per la loro intraprendenza e lungimiranza. In attesa del prossimo bando ci prepara a promuovere la possibilità di bissare il corso. (Articolo a cura di Franco Burdese, CNOS-FAP)