I FORMATORI DI BRA e L’ESTATE DI SAN MARTINO

Mercoledì pomeriggio, ore 14,30: la classica riunione dell’organo collegiale, inizialmente prevista nella palestra dell’istituto per rispettare il protocollo anti-Covid, cambia sede. Il cortile, tanto caro a don Bosco e a tutti noi, è la location ideale in una giornata particolare: 11 novembre. San Martino. Che, come da tradizione, ha regalato uno scampolo d’estate. Ecco allora che anche i formatori ne approfittano; ognuno, prelevando una sedia dal porticato, si sistema e in un attimo il grande cerchio è composto. Tanti gli argomenti, ma uno su tutti: la FAD. Avviata per DPCM lo scorso 5 novembre (anche se si poteva tardare di un giorno) con la modalità 100 per cento sincrona. Le fatiche, le delusioni, le soddisfazioni, le risposte, gli orari, le assenze, le connessioni, gli ambienti, gli strumenti: tutto quanto concorre a vivere questo tempo particolare, nel quale – con grade resilienza – continuiamo ad avere i ragazzi in presenza per le ore di laboratorio, è entrato nella discussione. A tratti accesa, con formatori che hanno espresso opinioni molto sentite, vissute, anche divergenti. Tutte però convergenti sull’unica finalità che stiamo cercando di conseguire: il «ben-essere» dei nostri giovani. Obiettivo questo che non viene perso di vista neppure per l’ambito pastorale, con una nuova programmazione delle animazioni del mattino. Poi ancora orientamento, che sarà online e in presenza (solo su prenotazione) e la proposta dell’utilizzo del servizio mensa sia per i formatori sia per i giovani che si fermano in istituto nella pausa pranzo della giornata in cui hanno rientro. Un paio di comunicazioni, anche relative alla gestione del sito bra.cnosfap.net e dell’annesso canale Youtube che sarà dedicato proprio a far conoscere le nostre molteplici attività a coloro che sono interessati ai nostri percorsi formativi.

La storia del santo dei pellegrini.

Martino di Tours fu un vescovo cristiano che visse nel IV secolo d.C., nato in Pannonia, corrispondente in parte alla moderna Ungheria, e figlio di un veterano di guerra che lo spinse ad arruolarsi come soldato scelto una volta raggiunta l’età giusta. Quando divenne membro dell’esercito romano, Martino venne spedito in Gallia e lì avvenne il fatto che gli cambiò l’esistenza. Secondo la tradizione, infatti, durante una ronda a cavallo, Martino notò un mendicante tremante per il freddo. Impietosito, tagliò il suo bel mantello a metà e lo condivise con il poveretto. Poco dopo, incontrò un altro mendicante a cui regalò l’altra metà del mantello e improvvisamente uscì un sole splendente, spazzando via il freddo e regalando un giorno di caldo quasi estivo. Quella stessa notte gli comparve in sogno Gesù Cristo che gli restituì la metà di mantello che gli era stata prestata: era lui, infatti, uno dei mendicanti aiutati da Martino. Dopo questo episodio, corse a farsi battezzare e intraprese il cammino della Fede e, dopo vent’anni passati a servire l’Impero, decise di lasciare l’esercito e dedicarsi alla vita monastica. Viaggiò in lungo e in largo per convertire i pagani e alimentare il culto cattolico, soprattutto nelle campagne, per le quali il futuro santo ebbe sempre un occhio di riguardo. La sua propensione ai viaggi lo rese il santo patrono dei pellegrini.

Valter Manzone Direttore CFP Bra

SI PARTE CON LA FAD

Come previsto dall’ultimo DPCM del Governo da domani - giovedì 5 novembre - partiamo con la Formazione a distanza (Fad) per tutte le classi, a rotazione, che hanno da seguire le materie teoriche. Invece le classi che hanno le ore di laboratorio vengono al Cfp. Tutti gli studenti riceveranno dai loro formatori l’invito a collegarsi alla lezione online che sarà proposta su Meet di Google. Invito tutti gli studenti e le studentesse ad essere partecipi e presenti alle varie ore di lezione. Di seguito gli orari da rispettare quotidianamente:

Raccomando a tutti l’attenzione agli inviti dei formatori e la presenza attiva alle Meet. La direzione

CORSO SALDATURA FCI

BRA Si è conclusa nella serata di lunedì 27 ottobre, la seconda edizione del corso di saldatura Mig-Mag della durata di 50 ore, inserito nel catalogo dei percorsi di FCI (formazione continua individuale). Il corso, che si è svolto nel laboratorio attrezzato del Centro di formazione professionale del Cnos, era affidato al saldatore esperto Mario Porello, che ha accompagnato i 10 allievi – tutti extracomunitari, indiani e nord-africani – ad apprendere i segreti della saldatura. Nell’ultima serata, dopo il saluto del direttore dell’opera don Alessandro Borsello e di quello del Cfp, la degustazione di un ottimo trancio di pizza e di focaccia, preparate dagli allievi del corso agroalimentare. Il corso ha permesso agli utenti di apprendere varie tecniche di saldatura, in totale sicurezza, con tutti presidi anti-Covid, certamente utili a livello personale di ciascun partecipante, per migliorare la posizione lavorativa. L’intervento formativo, che è stato cofinanziato dal Fse, si è sviluppato su tre sere settimanali – lunedì, martedì e giovedì – e si è concluso con un esame finale pratico.

Comunicazione alle famiglie e allievi

Gentile famiglia, allieve/i tutti, domani (lunedi 2 novembre) le lezioni al Cfp saranno TUTTE in presenza, come consentito dall’ultima ordinanza regionale.

Poi, in relazione al prossimo DPCM valuteremo le modalità didattiche da metttere in atto, informandovi tempestivamente delle decisioni che prenderemo come staff di direzione. Grazie a tutti per la collaborazione

- La Direzione

CONCLUSO IL CORSO PAL al CFP braidese!

Nei giorni scorsi, con il raggiungimento delle 600 ore, si è brillantemente concluso il corso PAL (Preparazione al Lavoro) in ambito «Magazzino e logistica». Il percorso formativo, rivolto inizialmente a 11 allieve/i, ha subito – come tutti i nostri percorsi e come tutte le classi del Paese – una brusca interruzione causata dal Covid.
Non appena si è riusciti però, grazie alla grande sensibilità dimostrata anche dai funzionari regionali – lo abbiamo ripreso, in FAD. Durante i mesi estivi infatti i giovani, seguiti personalmente da un formatore del Cfp, hanno potuto realizzare il loro project-work, in sostituzione del periodo di stage che non è stato possibile vivere «dal vero».  Poi, ai primi di settembre, il rientro, molto gradito dai formatori e dagli studenti, in aula per completare la preparazione. Buonissime le risposte dei giovani, che hanno dimostrato di voler apprendere sia la lingua italiana e l’educazione alla cittadinanza, sia la matematica e l’informatica applicata, sia le tecniche di confezionamento e presentazione di prodotti sia quelle per la gestione, ben più complessa, di un magazzino. Nelle ultime due giornate corsuali è stato erogato un «esame» che ha visto impegnati gli allievi in prove diverse, tutte svolte con serietà e competenza. Durante la prima mattinata i giovani hanno anche ricevuto la visita del funzionario regionale Massimo Parola, che ha avuto per loro parole di grande apprezzamento e di incoraggiamento per il futuro. Adesso, grazie anche alla collaborazione dei nostri operatori dello Sportello Lavoro - SAL, inizia la ricerca attiva di un tirocinio ma anche di un contratto di apprendistato.
Grazie ai formatori Carmen, Loredana, Antonietta e Luca per la dedizione con la quale hanno svolto il loro incarico; e grazie anche ai giovani che hanno concluso il percorso: Matteo, Eraldo, Sebastian, Samuele, Mattia, Alexandru, Romina, Jacopo e Kevin. Auguri a tutti.

AVVISO ALLE FAMIGLIE

Gent.ma famiglia, la Regione Piemonte ha decretato che la formazione professionale prosegua con le lezioni in presenza. Pertanto la prossima settimana tutti i nostri corsi avranno l’orario normale; per quella successiva seguirà nuovo avviso, solo nel caso dovessimo attivare la formazione a distanza: altrimenti continuiamo con le lezioni in presenza. Grazie a tutti.

La direzione

ALLIEVI E FORMATORI ALLA MESSA DI INIZIO ANNO

Lo ha ribadito anche il direttore dell’opera don Alessandro: quello che si aveva dall’altare, era davvero un bel colpo d’occhio. I 350 allievi del CFP con tutti i loro formatori, erano schierati (è il caso di dirlo, viste le necessarie precauzioni anti-Covid) nel grande cortile dell’istituto, per partecipare – mercoledì 7 ottobre, festa della Madonna del rosario – alla tradizionale messa di inizio anno.

Dopo un momento di introduzione, i celebranti (oltre a don Alessandro, don Kenneth e don Livio) hanno iniziato la funzione, accompagnata dai musici Matteo, Davide e Nanni. Le letture affidate agli allievi, l’omelia che ha richiamato il valore della preghiera, desunto dalla pagina di vangelo che citava il Padre nostro e dalla stessa festa della Madonna del rosario, e il resto della messa. A distribuire la comunione, passando tra le file di allievi, i sacerdoti, per limitare al massimo gli spostamenti. Con il canto finale «Verdi le tue valli» si chiudeva un momento forte dell’anno formativo: quello che ci ha visti tutti insieme, impegnati ad affidare al Signore, la prosecuzione delle nostre attività e la comune difesa dalla pandemia. Mentre i giovani uscivano ordinatamente e qualcuno raccoglieva le sedie, i colleghi del settore agroalimentare, facendo una gradita sorpresa, distribuivano un dolcetto o una focaccina a tutti gli allievi e ai formatori!

AL CFP di BRA l’ACCOGLIENZA si fa CAMMINANDO!

BRA Giornata di accoglienza, quella vissuta nella mattinata di lunedì 5 ottobre, dalle allieve e dagli allievi delle classi prime del Centro di formazione professionale dei salesiani di Bra.

Dopo un momento di saluto nel cortile del Centro da parte del direttore del Cfp Manzone, a tutti è stata distribuita una borsina contenente una merendina e una bottiglietta d’acqua. Poi, accompagnati dai loro docenti, i giovani della meccanica industriale, della meccanica auto, della termo-idraulica, gli acconciatori e gli allievi del corso agroalimentare, hanno fatto una passeggiata per la città, con una tappa a Madonna dei Fiori (area sportiva), una seconda in frazione di San Matteo e l’ultima a San Michele (area giochi).

Dopo aver raggiunto l’area attrezzata di Madonna Fiori ed avere dato prova di alcune abilità agonistiche, tutti gli allievi – alla presenza del direttore del l’opera don Borsello – hanno varcato la soglia del santuario dedicato alla Vergine dei Fiori, ammirando lo spettacolare mosaico di Rupnik, per fare insieme un momento di preghiera, affidando alla Madonna l’anno formativo avviato ormai da tre settimane.

Il catechista Don Kenneth Nnadi, responsabile della giornata, commenta: «Abbiamo offerto agli studenti dei primi anni un momento di socializzazione, durante il quale è stato vissuto uno spazio di riflessione, di formazione e di gioco».

Galleria foto della giornata.

CAMPIONATI WORLDSKILLS ITALY

BOLZANO I campionati italiani di «Worldskills Italy» che si sono svolti a Bolzano dal 1 al 3 ottobre, hanno fatto registrare la partecipazione del team del Cfp braidese composto dal formatore Gianfranco Morra – che per l’occasione rivestiva la carica di «Expert» nel settore meccanica auto – e del giovane exallievo Federico Vignola, vincitore della edizione regionale (piemontese) dello stesso campionato. Gareggiando con altri 9 concorrenti del settore Automotive e – complessivamente – con 117 competitor (in parte studenti della formazione professionale e in parte lavoratori) Federico ha realizzato 5 distinte prove (quali ricerca guasto del motore, cambio di velocità, sistema di accensione e comfort), raggiungendo una significativa posizione in graduatoria.

Le prove costituivano anche una sorta di allenamento per i campionati europei, ai quali parteciperanno sia il formatore Morra sia il giovane Vignola – a gennaio a Graz in Austria.

Mentre ci complimentiamo per la performance sviluppata, auguriamo loro un grande successo nello prossimo step di Worldskills!

A.F. 20/21: TORNANO GLI ALLIEVI!

AVVIO CLASSI PRIME

Erano trepidanti davanti al cancello lunedì mattina 21 settembre (ore 8) poi i formatori che li accoglievano li hanno invitati a recarsi sotto il porticato per la rilevazione della temperatura. Sono stati molto ordinati e particolarmente attivi i nuovi allievi della 5 classi prime: fatta la fila, rilavata la temperatura, tutti seduti sulle sedie in cortile. Tutti con la propria mascherina. Breve saluto del direttore dell’opera don Borsello, saluto a tante raccomandazioni da parte del direttore del Centro Manzone e saluto con preghiera finale da parte del catechista don Kenneth. Poi qualche goccia di pioggia ha accelerato lo spostamento in aula. Accolti dal referente di corso, hanno iniziato a famigliarizzare con l’ambiente e con la documentazione necessaria per l’avvio dell’a.f. 20-21. All’intervallo, ecco che in cortile si notavano le «bolle sociali» di ciascuna classe, con i formatori che animavano anche questo momento di prima timida socializzazione. Alla fine della mattinata, stanchi, un po’ frastornati ma contenti, tutti a casa. Pronti a ricominciare il giorno successivo!!

INCONTRO GENITORI CLASSI SECONDE E TERZE

Nella serata di martedì 22 settembre, dalle 20,30 alle 21,30, si è svolto l’incontro con i genitori delle classi seconde e terze in Meet. Dopo che l’animatore digitale del Cfp, Valentin, ha inviato loro l’invito (contattate 215 famiglie) ci siamo ritrovati nella direzione della casa salesiana con don Borsello, don Kenneth e lo scrivente direttore del Cfp. Da casa, il coordinatore Busato, numerosissimi formatori e ben 135 famiglie connesse! Dopo l’introduzione di don Alessandro Borsello, il direttore del CFP ha illustrato tutte le novità dell’anno con particolare riferimento al protocollo Covid-19, con le richieste contenute anche nel patto di corresponsabilità che le famiglie stesse firmeranno in questi giorni. Poi don Kenneth ha illustrato le modalità con le quali l’equipe formativa ha pensato di impostare sia il «Buongiorno» sia le giornate di spiritualità. Con una serie di domande sulla logistica dell’anno formativo, si è chiuso l’inocntro che è stato molto apprezzato da tutti i genitori.

AVVIO CLASSI SECONDE

Sono arrivati tutti, puntuali alle 8 di mercoledì 23 settembre, i giovani e le giovani dei secondi anni. Desiderosi di rivedere fisicamente i compagni di corso, i formatori e gli ambienti. SI sono sottoposti ordinatamente alla misurazione della temperatura, poi hanno raggiunto la chiesa, disponendosi nei banchi preparati anche per le celebrazioni, dopo essersi fatti sanificare le mani da un formatore che li accoglieva all’ingresso. Hanno ascoltato i saluti del direttore dell’opera don Borsello, del catechista Kenneth e seguito, con grande attenzione, le indicazioni che il direttore del Cfp ha dato loro per vivere al meglio e in totale sicurezza quest’anno formativo. Poi – mantenendo mascherina indossata e distanziamento sociale – con i loro formatori di riferimento, si sono avviati in aula per dare ufficialmente inizio alla loro seconda annualità.