L’ARTE DEL PANETTONE

Una giornata d’eccezione quella trascorsa dai ragazzi del terzo anno del corso di Operatore trasformazioni agroalimentari - panetteria e pasticceria, “la terza D” del Centro di Formazione Professionale dei Salesiani di Bra: di scena nel nuovissimo laboratorio di panetteria e pasticceria L’ARTE DEL PANETTONE. Guidati dai docenti pasticcieri Giacomo Rafreddato  e Tommaso Elia, gli allievi del CFP dei salesiani hanno vissuto l’ebrezza della produzione, lievitazione e cottura di uno dei dolci più significativi della tradizione italiana. Una ricetta non facile hanno commentato i ragazzi che prima si sono cimentati nella produzione della pasta, avvenuta nel pomeriggio di lezione verso le sedici, per poi ritornare alla cinque del mattino seguente per reimpastare con l’aggiunta dei canditi, dare forma ai panettoni ed infine, dopo il giusto riposo, portarli a cottura. Grazie all’abilità dei loro insegnanti, tutti i passaggi si sono risolti con lo sperato successo. Certamente gli allievi hanno potuto capire la complessità di un dolce semplice, ma complesso nella sua preparazione, che senza aggiunta di conservanti, con prodotti naturali ricercati, diventerà nel prossimo passaggio in laboratorio un momento per testare l’abilità dei tanti passaggi con il meritato assaggio. È da queste attività certamente non banali, come L’ARTE DEL PANETTONE, che passa l’apprendimento dei giovani panettieri, pizzaioli e pasticceri dei salesiani di Bra che ora sono a quota 75 allievi nei tre anni, ma che con impegno e fatica cercheranno di essere i futuri cultori dei segreti del cibo di qualità nelle tante sfaccettature proposte presso la scuola di don Bosco, che siamo certi sarebbe soddisfatto di queste nuove aperture formative ed educative agroalimentari. Ricordiamo che per chi volesse visitare il nuovo laboratorio di trasformazione agroalimentare di Bra può approfittare “delle scuole aperte” negli  incontri  previsti per domenica 17 dicembre dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.00 e sabato 13 gennaio 2018 dalle 15 alle 18 presso il CFP dei Salesiani di viale Rimembranza 19 a Bra. Franco Burdese

MARCO COSTAMAGNA NEO PRESIDENTE SEZIONE MECCANICA CONFINDUSTRIA CUNEO

Arriva dal mondo Salesiano il nuovo Presidente della Sezione Meccanica di Confindustria Cuneo. Marco Costamagna, 40 anni, amministratore delegato della Biemmedue spa di Cherasco, Leader mondiale nel settore del riscaldamento, della pulizia industriale e della deumidificazione, con le linee di prodotti BM2 Arcotherm, Arcomat e Arcodry, è il nuovo presidente del Consiglio generale di Confindustria Cuneo della sezione Meccanica per il prossimo biennio 2017/2019. E’ proprio la sensibilità maturata nei cinque anni di scuola presso l’Istituto Salesiano di Bra che contraddistingue questo giovane imprenditore vocato alla meccanica, oltre che per il percorso universitario, anche per gli esempi del padre Piero e dello zio Mariano geniali e dinamici imprenditori cheraschesi. “ Daremo continuità - ha dichiarato Marco Costamagna, neo presidente della Sezione Meccanica di Confindustria Cuneo - alle iniziative ed attività che la sezione ha sviluppato con impegno e successo sotto la guida di Domenico Annibale. E’ mia intenzione far sentire la nostra presenza attiva in Federmeccanica. Inoltre, temi come la scuola e l’analisi delle competenze tecniche necessarie per l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro saranno alla base nel nostro impegno." Vista la crescita del settore metalmeccanico e la difficoltà di reperire collaboratori formati e competenti le azioni di promozione nel mondo della scuola e parallelamente l’informazione sullo sviluppo del mondo del lavoro alle famiglie risultano fondamentali.

MARCO COSTAMAGNA BM2Un’attività che certamente metteremo in campo - segnala Marco Costamagna- è quella di una indagine fatta da terzi per analizzare i fabbisogni delle aziende metalmeccaniche del cuneese. Individuate le esigenze dovremo farci portavoce con Istituti Tecnici e la Agenzie di Formazione Professionale per diffondere i dati e cercare di coordinare l’orientamento dei corsi e degli studi in base ai fabbisogni delle aziende.” E’ significativo che uno degli aspetti di attenzione sia quello legato alla scuola ed alla formazione, partendo dalla continuità dei progetti proposti alla scuola elementare come il progetto “Banco della meccanica”. E’ dall’educazione dei giovani, oltre a quella sulle competenze professionali, che si gioca lo sviluppo delle aziende metalmeccaniche del cuneese. Al riguardo ai progetti futuri, il  Presidente Marco Costamagna ha affermato:  " Sono molti i progetti rivolti al futuro dei quali dovremo occuparci nei prossimi mesi: il capitolo welfare necessiterà sicuramente di approfondimenti ed incontri destinati ai nostri associati, così come il progetto “Industria 4.0”, che trasformerà lo scenario economico attuale. La cultura del fare che ho imparato alla scuola dei salesiani, e dagli esempi della mia famiglia, penso mi contraddistingua. Ed allora non ci resta che lavorare per seminare nei nostri territori la cultura delle metalmeccanica, fonte di lavoro e di grande realizzazione per tutti noi e per i nostri collaboratori."

Franco Burdese

Bra Orienta dopo “la terza media”: il Salone dell’Orientamento e “Porte Aperte”

Bra Orienta Pubblichiamo la notizia apparsa sulla Gazzetta di Alba, martedì 14 novembre, relativa all’apertura del Salone dell’Orientamento promosso dalle istituzioni scolastiche e formative cittadini, in collaborazione con il Comune di Bra e la cooperativa Orso all’interno del progetto “Bra Orienta”, con il relativo calendario degli appuntamenti, che proseguirà con la rassegna "PORTE APERTE" domenica 17 dicembre e sabato 13 gennaio 2018.

Il progetto comprende numerosi incontri collocati nei mesi di novembre e dicembre, e vuole essere un aiuto per gli studenti che il prossimo anno si iscriveranno a un indirizzo d’istruzione superiore o di formazione professionale. Bra Orienta

Sabato 18 Novembre - MOVICENTRO, Piazza Caduti di Nassirja  Ore 11  Apertura del Salone dell’Orientamento: con la presentazione di tutte le opportunità formative che il territorio offre, a cui saranno presenti tutti gli istituti superiori e i centri di formazione professionale. Bra Orienta

Martedì 28 Novembre - Centro Polifunzionale Giovanni Arpino Ore 8:30 Appuntamento con il Centro di formazione professionale CNOS-FAP dei Salesiani che presenterà i suoi corsi di qualifica della durata di tre anni (operatore meccanico-costruzioni su Mu, operatore alla riparazione dei veicoli a motore, operatore del benessere-acconciatura, operatore agroalimentare, operatore di impianti termoidraulici). Bra Orienta

Mercoledì 29 Novembre - Centro Polifunzionale Giovanni Arpino Ore 8:30  Appuntamento con l’Istituto Velso Mucci che spiegherà le sue proposte nei settori dei servizi (enogastronomia, servizi di sala e vendita, accoglienza turistica), servizi commerciali e tecnologici (grafica e comunicazione). Bra Orienta

Giovedì 30 Novembre  - Centro Polifunzionale Giovanni Arpino Ore 8:30 Appuntamento con il Liceo Giolitti-Gandino approfondirà i suoi indirizzi (classico, linguistico, scientifico, scientifico opzione scienze applicate, oltre al nuovo indirizzo delle scienze umane).

Venerdì 1 Dicembre  - Centro Polifunzionale Giovanni Arpino Ore 8:30  Appuntamento con l’Istituto d’Istruzione Superiore Ernesto Guala che illustrerà i corsi dell’istituto tecnico settore economico, dell’istituto tecnico settore tecnologico e le attività dell’istituto professionale (industria e artigianato).

Domenica 17 Dicembre e Sabato 13 Gennaio 2018

“Porte Aperte”, l'occasione per gli studenti di visitare i vari istituti, accompagnati dai loro familiari.

ritaglioGiornaleBra 23231463_10159759246960093_2785256913721577200_n

Corso di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore

Corso di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore

Ha preso il via giovedì 2 novembre il corso di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore di “ Tecnico Trasfertista”, con la lezione introduttiva tenuta dall’ing. Carlo Gai entusiasta sostenitore di questa esperienza formativa. Dei settanta candidati alla partecipazione al corso, che ricordiamo è di 800 ore di cui 400 in alternanza, hanno partecipato alla selezione 42 potenziali allievi e ne sono stati inseriti nel corso 24. Corso di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore

Un grande lavoro di orientamento in ingresso condotto dai Salesiani con l’ Associazione CNOS-FAP, ITIS Vallauri, Politecnico di Torino e le quattro aziende firmatarie dell’ATS (Associazione temporanea di scopo) Gai, Arol, Bianco ed Om.Ler 2000. “Sono fiero di questo risultato – ha commentato Carlo Gai Presidente della Gai Macchine Imbottigliatrici di Ceresole d’Alba – sia di partecipazione alle selezioni sia relativo alla qualità degli allievi individuati. E’ un sogno che si avvera, quello di contribuire a formare quei tecnici che non siamo riusciti a reperire sul mercato del lavoro. Questo è un segno di lungimiranza da parte delle aziende che hanno partecipato a questa avventura. Starà a noi tutti ora dare seguito con una completa e competente formazione alle idee che sono state alla base del progetto. Formare i tecnici che saranno il nostro volto presso i nostri clienti nel mondo e metterci in gioco in prima persona per ottenere questi obiettivi alti e di grande impegno.” Corso di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore

Nella lezione introduttiva Carlo Gai ha ricordato agli allievi che il tecnico trasfertista rappresenta a pieno titolo l’azienda con cui collabora. Il cliente deve accorgersi del legame tra azienda ed il collaboratore che si reca a rappresentarla. Diversi gli esempi citati dall’ing. Gai che ha letto in classe le lettere di ringraziamento di diverse aziende che si complimentavano con Gai Macchine sulle qualità professionali ed umane dei loro dipendenti in trasferta. Il corso vedrà una attività di formazione dinamica con diverse unità formative ad incrociarsi ed amalgamarsi, dall’inglese al disegno tecnico, alla sicurezza, alla metodologie di montaggio e collaudo degli impianti sino alle lavorazioni meccaniche ed all’uso del PLC (programmatori logici computerizzati) nell’automazione.

Durante il corso si svilupperà poi un modulo di competenze cross culturali con lo scopo di fare conoscere la cultura agroalimentare agli allievi che potranno confrontarsi una volta in azienda con clienti di punta nel mondo del vino, della birra, di prodotti tessili dislocati in paesi con culture non occidentali, di automazione nel mondo del cibo. Il corso si svilupperà presso i Salesiani di Bra e l’ITIS Vallauri sino a febbraio 2018 per poi effettuare la fase in alternanza o in alcuni casi in apprendistato. Il mese di maggio 2018 vedrà gli esami al termine dei quali gli allievi saranno pronti all’inserimento in azienda. Corso di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore Franco Burdese Corso di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore